Bando Daphne: progetti transnazionali per combattere molestie e violenze sessuali contro le donne

2109

Pubblicato il nuovo invito a presentare proposte nell’ambito del programma DAPHNE, basato sul programma di lavoro annuale del Programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza.

L’obiettivo del bando è quello di cofinanziare progetti transazionali volti a combattere molestie e violenze sessuali nei confronti di donne e ragazzi, in linea con l’obiettivo specifico di prevenire e combattere tutte le forme di violenza verso bambini, giovani e donne, così come la violenza nei confronti di gruppi a rischio, in particolari gruppi a rischio di violenza nell’ambito di relazioni personali, e di proteggere le vittime di tale violenza.

Azioni
Con questo bando la Commissione intende promuovere progetti che mirino a prevenire e combattere le molestie e/o violenze sessuali nei confronti di donne e ragazze in uno o più sei seguenti contesti: luoghi di lavoro, scuole e università, servendosi di nuove tecnologie e social media.

I progetti riguardanti violenze e molestie sessuali sul luogo di lavoro possono concentrarsi anche su specifici settori di lavoro. Progetti che abbiano come target gruppi vulnerabili e/o uomini impegnati nel combattere violenze e molestie sessuali sono più che benvenuti.

Attività finanziabili
Il bando intende finanziare principalmente queste due tipologie di attività:

  • formazione e cooperazione di professionisti di settori pertinenti (servizi sanitari, polizia, magistratura, insegnanti, datori di lavori, rappresentanti sindacali, personale universitario, ecc.) al fine di meglio prevenire e rispondere a queste forme di violenza, incluso attraverso la costituzione di procedure formali e informali. Tali attività devono inoltre essere indirizzate al supporto di programmi volti a rispondere a questi casi di violenza;
  • sviluppo e implementazione pratica di moduli e/o materiali volti a formare ed educare bambini (maschi e femmine), giovani, uomini e/o donne per prevenire molestie e/o violenze sessuali in questi contesti portando cambiamenti attitudinali e comportamentali riguardo a ruoli di genere, stereotipizzazione e sessualizzazione. Queste azioni sono inoltre volte ad educare all’inaccettabilità della violenza ed aumentare la consapevolezza dei diritti delle vittime.

Non saranno invece finanziati:

  • borse di studio e sponsorship individuali per la partecipazione a workshops, seminari, conferenze, congressi, corsi di formazione, ecc.;
  • attività a supporto di singoli partiti politici;
  • disposizione di supporto finanziario a parti terze;
  • azioni legali dinanzi a corti nazionali o internazionali indipendentemente dai loro motivi o obiettivi.

 Chi può partecipare?
I progetti devono coinvolgere almeno tre partner di almeno tre Paesi tra quelli ritenuti ammissibili.

Paesi ammissibili: i 28 Stati membri e l’Islanda

Organizzazioni eleggibili:

  • possono presentare la loro candidatura solo organizzazioni pubbliche o private o organizzazioni internazionali legalmente costituite;
  • solo organizzazioni con personalità giuridica; vs le persone fisiche non possono presentare domande;
  • organizzazioni NON-profit; vs. organizzazioni a scopo di lucro possono candidarsi solo in quanto membri di una partnership composta da organizzazioni pubbliche o non profit.

Non sono ammessi a ricevere il finanziamento gli enti e le istituzioni dell’UE che ricadono sotto l’art. 208 dei Regolamenti Finanziari. Sebbene essi non possano presentare candidature, possono però essere associati ad una application, ma i loro costi non saranno cofinanziati.

Ogni candidato può presentare/essere coinvolto in più di una proposta nell’ambito di questo bando; per ogni progetto può però essere avanzata una sola candidatura.

Risorse disponibili:

  • Budget messo a disposizione con la call: 3.000.000 euro;
  • Quota massima di cofinanziamento: 80% dei costi ammissibili;
  • Richiesta minima di finanziamento: 75.000 euro.

Durata: i progetti devono avere una durata compresa tra un minimo di 18 ed un massimo di 30 mesi.

Scadenza: 13 ottobre 2015

Informazioni sono scaricabili alla seguente pagina: http://ec.europa.eu/justice/grants1/calls/2015_action_grants/just_2015_rdap_ag_sexv_en.htm