Bando DAPHNE: progetti contro la violenza su donne e bambini

6724

È uscito da pochi giorni il nuovo bando Daphne JUST/2015/RDAP/AG/MULT & RPRT per progetti nazionali o transnazionali basati sulla cooperazione multidisciplinare e un approccio intersettoriale per rispondere al fenomeno della violenza contro le donne e/o i bambini.

Nell’ambito del programma Diritti, uguaglianza e cittadinanza, il bando affronta il problema della protezione e del sostegno effettivo di donne e bambini vittime di violenza e del loro accesso alla giustizia, nonché la questione della rara denuncia delle violenze che, secondo l’Agenzia dell’Unione Europea per i Diritti Fondamentali, si registra al massimo in un terzo dei casi.

I progetti possono contribuire a queste priorità attraverso: attività di sensibilizzazione rivolte a vittime e testimoni di violenza per incoraggiarli a fare denuncia e potere accedere, così, ai meccanismi di protezione a cui hanno diritto; scambi di buone pratiche e sviluppo, testing e implementazione di metodi e strumenti pratici per la cooperazione e coordinazione tra professionisti di diversi settori (medici, personale sanitario, psicologi, avvocati, operatori sociali, polizia, helplines, personale del sistema educativo, associazioni per il sostegno alle vittime).

Il budget disponibile per questa call è di 3.000.000 euro. I progetti presentati dovranno richiedere un contributo minimo di 75.000 euro e prevedere un partenariato di almeno due organizzazioni di cui un applicant (necessariamente un ente no-profit) con sede in uno Stato membro UE, Islanda o Liechtenstein. La durata massima ammessa per i progetti è di 30 mesi.

C’è tempo fino al 1° giugno 2016 per candidare le proposte.

Maggiori dettagli sono disponibili al link ufficiale.