Introduzione ai finanziamenti europei

1321

L’Unione Europea fornisce finanziamenti per lo sviluppo di progetti nei più svariati settori: istruzione e formazione, cultura, ricerca e innovazione, imprenditorialità, ambiente ed energia, sviluppo urbano, politiche sociali e occupazione, aiuto umanitario e molto altro.

I finanziamenti europei si possono suddividere in due grandi categorie:

  1. Finanziamenti europei a gestione diretta
  2. Finanziamenti europei a gestione indiretta (decentrata)

I finanziamenti europei a gestione diretta (o programmi a gestione diretta) sono attivati e gestiti direttamente dalle istituzioni comunitarie, nello specifico la Commissione europea o le Agenzie nazionali/territoriali a cui la stessa Commissione demanda la competenza nel gestire le risorse.

Tali finanziamenti si concretizzano in diversi programmi comunitari dedicati a settori specifici, aventi caratteristiche proprie ma anche aspetti che li accomunano, tra cui:

  • coinvolgimento di enti provenienti da Stati diversi (fanno eccezione alcuni programmi che tuttavia richiedono un’impostazione delle attività e degli obiettivi in un’ottica europea e con una forte valenza di trasferibilità delle azioni o metodologie messe in campo);
  • cofinanziamento da parte degli enti partecipanti;
  • regole e obiettivi comuni a tutto il territorio comunitario;
  • stessa documentazione, stessa modulistica, stesse scadenze valenti in tutti gli Stati Membri dell’Unione europea.

I finanziamenti europei a gestione decentrata o mediata sono finanziamenti “provenienti” da Bruxelles, ma trasformati in opportunità locali/regionali/nazionali poiché gestiti da differenti entità amministrative a livello decentrato (es. Ministeri, Regioni e altri enti amministrativi territoriali) in seguito ad un’azione concertata con gli enti decentrati da parte della Commissione europea.

Regole, modalità di accesso, scadenze, lingua, obiettivi e priorità di tali opportunità a livello decentrato sono diversi da Paese a Paese, da Regione a Regione, da Provincia a Provincia.

Riguardo ai finanziamenti gestiti a livello decentrato, si segnala che esiste un’ulteriore suddivisione per la programmazione 2014-2020 strutturata in due tipologie di strumenti:

  • Obiettivo Convergenza e Obiettivo Competitività ed Occupazione che rappresentano strumenti di finanziamento mediati dagli enti regionali. Per tale ragione essi sostengono progettualità senza l’obbligatorietà di partner transnazionali. Queste opportunità si traducono in strumenti elaborati dalle Regioni di concerto con la Commissione e le Autorità Ministeriali, denominati Programmi Operativi Nazionali (PON) o Regionali (POR) che ne disciplinano l’utilizzo sul territorio. Sono risorse attivate tramite la pubblicazione di bandi di gara nazionali o regionali.

I più importanti programmi relativi a questi obiettivi sono: il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) rivolto ad attività produttive e infrastrutture, il cui ente gestore è l’Assessorato alle attività produttive della Regione; il Fondo Sociale Europeo (FSE) dedicato alla formazione e riqualificazione del capitale umano, il cui ente gestore è l’Assessorato alla formazione della Regione.

  • Obiettivo Cooperazione Territoriale Europea (CTE) che rappresenta strumenti attivati da enti sovranazionali chiamati Autorità di Gestione e Segretariato Tecnico Congiunto, le cui azioni finanziate devono essere realizzate in cooperazione tra enti di nazionalità diversa, appartenenti ad aree geografiche limitate e macro-regioni identificate dai singoli Programmi di Cooperazione territoriale.

Per informazioni sui programmi CTE consultare questo elenco dei siti ufficiali.

Riportiamo di seguito i principali programmi a gestione diretta e di CTE e i relativi link ai siti ufficiali in cui è possibile trovare informazioni sulle attività finanziate, funzionamento, bandi e modalità di partecipazione:

Erasmus Plus – programma europeo nel settore istruzione, formazione, gioventù e sport

Europa Creativa – programma a sostegno del settore culturale, creativo e audiovisivo

Horizon 2020 – programma europeo di ricerca e innovazione

LIFE – programma europeo per l’ambiente e l’azione per il clima

EaSI – programma europeo per l’occupazione e l’innovazione sociale

Justice – programma europeo in materia di giustizia

REC – programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza

COSME – programma europeo per le piccole e medie imprese

Europa per i cittadini – programma per la cittadinanza europea e la comprensione dell’UE

Salute 2014-2020 – programma europeo in materia di salute

EuropeAid – cooperazione allo sviluppo, aiuto umanitario e azione esterna dell’UE