3° bando Interreg Central Europe: novità sui temi trattati!

1009

L’apertura del 3° bando Interreg Central Europe è ufficialmente annunciata per il 21 settembre 2017. La scadenza è fissata al 25 gennaio 2018.

Il bando metterà a disposizione 60 milioni di EUR a valere sul FESR per la cooperazione transnazionale al fine di migliorare lo sviluppo urbano e regionale riguardo a 4 temi: innovazione e sviluppo delle conoscenze, riduzione delle emissioni di CO2, risorse naturali e culturali, trasporti.

A seguito di un’analisi delle aree su cui si concentrano gli 85 progetti approvati nelle passate call, il 3° bando si focalizzerà su determinate tematiche. In particolare, 5 obiettivi specifici saranno totalmente aperti alla progettazione, 4 saranno aperti solo ad alcuni topic e un obiettivo specifico resterà chiuso.

Obiettivi Specifici pienamente aperti alla 3° call:

OS 2.2: migliorare le strategie territoriali di pianificazione energetica a basso tenore di carbonio e le politiche che sostengono la mitigazione dei cambiamenti climatici

OS 3.1: migliorare la capacità di gestione ambientale integrata per la protezione e l’uso sostenibile del patrimonio e delle risorse naturali

OS 3.3: migliorare la gestione ambientale delle aree urbane funzionali per renderle luoghi più vivibili

OS 4.1: migliorare la pianificazione e il coordinamento dei sistemi regionali di trasporto passeggeri per migliorare i collegamenti alle reti di trasporto nazionali ed europee

OS 4.2: migliorare il coordinamento tra gli stakeholder del trasporto merci per aumentare le soluzioni multimodali eco-compatibili

Obiettivi Specifici ristretti:

OS 1.1: migliorare le relazioni fra gli attori del sistema dell’innovazione per rafforzare le capacità di innovazione regionale nell’area geografica de programma

I progetti potranno riguardare soltanto: implementazione bottom-up di strategie di smart specialization; approcci sul modello della tripla e quadrupla elica per rafforzare la partecipazione del pubblico e della società civile; pratiche innovative per avvicinare l’innovazione al mercato.

OS 1.2: migliorare le competenze tecniche e imprenditoriali per far progredire l’innovazione economica e sociale nell’area del programma

I progetti potranno riguardare soltanto: innovazione sociale e integrazione di gruppi e regioni svantaggiate rafforzando le infrastrutture, i servizi e gli schemi di sostegno e assistenza; sviluppo di competenze per l’innovazione sociale.

OS 2.1: sviluppare e implementare soluzioni per aumentare l’efficienza energetica e l’uso di energie rinnovabili nelle infrastrutture pubbliche

I progetti potranno riguardare soltanto: efficienza energetica delle infrastrutture pubbliche diverse dagli edifici pubblici e dall’illuminazione pubblica (es. trasporti, acqua, rifiuti e infrastrutture ICT).

OS 3.2: migliorare le capacità per l’uso sostenibile del patrimonio e delle risorse culturali

I progetti potranno riguardare soltanto: industrie culturali e creative (imprenditorialità, politiche, cooperazione transettoriale e creazione di connessioni con tecnologie innovative).

Resterà chiuso invece l’OS 2.3: migliorare la capacità di pianificazione della mobilità in aree urbane funzionali per ridurre le emissioni di CO2.

Saranno considerati ammissibili i progetti presentati da un partenariato di almeno 3 enti (pubblici e/o privati) di almeno 3 paesi.

La durata indicativa dei progetti è di 36 mesi. Il cofinanziamento FESR può coprire fino all’85% dei costi totali di progetto a seconda della sede geografica dell’ente.

Maggiori informazioni e aggiornamenti a questo sito!