Quanta plastica nell’acqua? Appello a tutti gli Esploratori dell’acqua!

105

In base ad una ricerca pubblicata da Orb Media, un sito di informazione non profit di Washington, è emerso che vi è una forte contaminazione di plastica nell’acqua corrente di tutto il mondo.

I ricercatori dell’Università statale di New York e dell’Università del Minnesota, hanno testato 159 campioni di acqua potabile di città grandi e piccole nei cinque continenti. L’ottantatré per cento di questi campioni, conteneva microscopiche fibre di plastica. La situazione risulta ancora più preoccupante se si pensa che la contaminazione, dall’acqua del rubinetto, coinvolge indirettamente anche cibi preparati con l’acqua, come pane, pasta, zuppe e latte artificiale.

In merito a questa notizia Muhammad Yunus, premio Nobel per la pace 2006, lancia un appello per progettare un’iniziativa mondiale contro lo spreco di plastica.

Per il momento gli studi sono ancora in fase di completamento, ma sappiamo che sono sempre più numerose le ricerche che dimostrano la presenza di microscopiche fibre di plastica negli oceani, nelle acque dolci, nel suolo e nell’aria, in tutto il mondo.

Gli scienziati non sanno in che modo le fibre di plastica arrivino nell’acqua di rubinetto, o quali possano essere le implicazioni per la salute. Qualcuno sospetta che possano venire dai vestiti sintetici, come gli indumenti sportivi, o dai tessuti usati per tappeti e tappezzeria.

Il dato certo è che questo studio rappresenta la prima indagine a livello globale sull’inquinamento da plastica nell’acqua di rubinetto, e i risultati rappresentano un primo sguardo sulle conseguenze dell’uso e dello smaltimento della plastica: quello che possiamo fare fin da subito è imparare a rispettare l’ambiente per tutelare la salute di tutti!

Ma come?

Ecco alcuni consigli:

  • Riduciamo l’utilizzo di sacchetti di plastica
  • Riduciamo l’utilizzo delle cannucce di plastica
  • Laviamo i nostri capi sintetici meno frequentemente (esempio: per una giacca di pile si disperdono circa 1900 fibre sintetiche ad ogni lavaggio)
  • Proviamo ad usare spazzolini da denti in altri materiali, come per esempio il bambù o il legno)
  • Riutilizziamo il più possibile le bottiglie di plastica!

Facciamo appello a tutti gli Esploratori dell’acqua: aiutateci a ridurre la contaminazione di plastica delle nostre acque!

Accedete a www.waterexplorer.org/italia ed iniziate con noi questa nuova missione!

Articolo pubblicato sul portale de LaRepublica.it