Turismo e industria culturale: bando COSME per prodotti transnazionali tematici!

4079

Il programma COSME ha lanciato il nuovo bando “Sostegno allo sviluppo e alla promozione di prodotti transnazionali tematici, sfruttando le sinergie tra turismo e industrie culturali e creative” con scadenza il 19 luglio 2018.

Il bando sostiene progetti che si concentrano su esperienze turistiche nuove o esistenti capitalizzando il potenziale innovativo delle industrie culturali e creative (ICC) per sviluppare servizi e prodotti.

I progetti dovrebbero presentare un approccio innovativo, soluzioni sostenibili e una stretta collaborazione con PMI e professionisti del settore turistico e culturale-creativo.

L’obiettivo è quello di esplorare gli effetti e le ricadute positive della cultura e della creatività sui prodotti e i servizi turistici in termini di:

>rivitalizzazione delle attrazioni e destinazioni turistiche e diversificazione delle esperienze turistiche transnazionali;

>prolungamento della stagionalità delle destinazioni in Europa e/o miglioramento della sostenibilità delle offerte turistiche;

>potenziamento dell’innovazione nelle catene di valore del turismo a livello transnazionale.

I progetti devono essere volti a:

>sviluppare soluzioni o strumenti di gestione innovativi per le attrazioni e le destinazioni turistiche attraverso la collaborazione tra PMI del turismo e dell’ICC;

>sperimentare nuovi modi di coinvolgimento dei visitatori con l’aiuto di imprese e professionisti dell’industria culturale e creativa per rivitalizzare prodotti e servizi turistici esistenti o crearne di nuovi;

>creare partenariati pubblico-privati nel settore e garantire lo scambio di conoscenze ed esperienze.

Possono partecipare enti pubblici o privati con sede in UE e nei paesi non-UE partecipanti al programma, come ad esempio: autorità pubbliche, istituti di ricerca e formazione, camere di commercio, industria e artigianato, enti di gestione delle destinazioni turistiche, agenzie viaggio e operatori turistici, enti no-profit e non governativi attivi nel settore turistico e ICC, organizzazioni nazionali o transnazionali attive nel settore turistico e ICC, microimprese e PMI, agenzie pubbliche e private nei settori del turismo,  patrimonio culturale e sviluppo regionale.

I progetti devono coinvolgere da 6 a 8 partner con sede in almeno 5 paesi eleggibili. Tra questi devono figurare obbligatoriamente almeno 4 PMI (di cui 2 nel settore turistico e 2 nel settore dell’industria culturale e creativa) e un’autorità pubblica regionale, nazionale o locale.

Il budget a disposizione della call è di 2 milioni di EUR con cui si prevede di finanziare circa 5-7 proposte. Il contributo massimo per progetto ammonta a 400 000 EUR e comunque non può coprire più del 75% dei costi totali eleggibili.

Maggiori informazioni sul sito dell’Agenzia esecutiva per le PMI – EASME.