Interreg Italia-Austria: aperte le candidature al 3° bando!

230

Fino al 30 novembre 2018 è aperto il 3° bando Interreg Italia-Austria che promuove iniziative transfrontaliere nell’ambito di tre obiettivi tematici specifici: ricerca e innovazione, natura e cultura e competenza istituzionale.

È possibile infatti presentare proposte nell’ambito degli Assi Prioritari 1, 2 e 3, mentre il 4° Asse è chiuso.

Asse prioritario 1: Ricerca e innovazione

Obiettivo specifico 1: Rafforzamento delle capacità per la ricerca e l’innovazione nei settori chiave delle economie regionali, attraverso la collaborazione transfrontaliera degli enti di ricerca.

Obiettivo specifico 2: Promozione degli investimenti in R&I attraverso il rafforzamento della cooperazione transfrontaliera tra imprese e istituti di ricerca.

Obiettivo specifico 3: Miglioramento della base di innovazione per le imprese nell’area di programma.

Asse Prioritario 2: Natura e cultura

Obiettivo specifico 4: Tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale

Asse Prioritario 3: Istituzioni

Obiettivo specifico 5: Rafforzamento della collaborazione istituzionale transfrontaliera in ambiti centrali dell’area di programma.

Il programma comprende territori nell’area di confine tra Italia e Austria per un totale di 19 aree NUTS-3. Per l’Italia, le aree interessate sono: Südtirol/Alto Adige, province di Belluno, Gorizia, Pordenone, Treviso, Trieste, Udine, Vicenza.

I fondi messi a disposizione ammontano a 12.883.000 Euro di fondi FESR così suddivisi:

Asse 1: 6.812.000 Euro

Asse 2: 4.421.000 Euro

Asse 3: 1.650.000 Euro

Inoltre, 3.600.000 euro saranno messi a disposizione sotto forma di fondi overbooking di programma. Questi fondi saranno utilizzati per finanziare cosiddetti progetti di overbooking, dopo l’assegnazione delle risorse finanziarie ordinarie del programma in conformità con la graduatoria di valutazione.

Il budget massimo di progetto viene determinato sulla base del numero delle regioni di provenienza dei beneficiari coinvolte:

>500.000 euro per 2 regioni partecipanti;

>750.000 euro per 3 regioni partecipanti

>fino a 1 milione di euro per più di 3 regioni partecipanti.

Il cofinanziamento FESR copre fino all’85% del totale dei costi ammessi.

Maggiori informazioni sul sito del programma.