Nuovo bando EUROPA CREATIVA per progetti di cooperazione 2019!

3986

È appena uscito il tanto atteso bando a sostegno di progetti di cooperazione europea 2019 del programma Europa Creativa – Cultura, con scadenza l’11 dicembre 2018.

Similarmente agli anni scorsi, le priorità che i progetti dovranno affrontare (max.3) sono:

A. Mobilità transnazionale: facilitare lo spostamento di artisti e professionisti attraverso i confini nazionali e la circolazione transnazionale delle opere culturali e creative.

B. Audience development: rafforzare lo sviluppo del pubblico come strumento per stimolare l’interesse, la valorizzazione e migliorare l’accesso alle opere culturali e artistiche europee, permettendo di raggiungere più persone possibili in Europa, in particolare gruppi svantaggiati e sottorappresentati.

C1. Digitalizzazione: sviluppare nuove capacità per mettere in pratica metodi innovativi di produzione, distribuzione e nuovi modelli di business.

C2. Nuovi modelli di business: rafforzare le capacità di business degli operatori culturali e creativi per permettere loro di comprendere meglio il contesto economico in cambiamento e di sviluppare e testare modelli nuovi di raccolta fondi, gestione e marketing per il settore culturale.

C3. Istruzione e formazione: acquisizione di nuove abilità che arricchiscano la vita professionale degli operatori e aprano nuovi canali sul mercato del lavoro, sia attraverso apprendimento formale presso istituzioni riconosciute, sia attraverso attività non-formali basate sull’apprendimento artistico o soft skill nel settore culturale e creativo.

D. Dialogo interculturale e integrazione sociale di migranti e rifugiati: favorire l’interazione tra persone con background, interessi e prospettive diverse al fine di coinvolgere migranti e rifugiati e aumentare la loro partecipazione alla vita culturale e sociale. I progetti possono ad esempio proporre piattaforme di apprendimento, sostenere la presentazione e la co-creazione di opere culturali transnazionali in Europa.

E. Retaggio del 2018 Anno europeo del patrimonio culturale: in linea con l’iniziativa 2018 Anno europeo del patrimonio culturale, Europa Creativa sostiene progetti che promuovono il patrimonio come ispirazione per la creazione contemporanea e l’innovazione e che rafforzino l’interazione tra il settore del patrimonio culturale e altri settori culturali e creativi.

Il bando racchiude 2 tipologie di progetti:

Categoria 1 – Progetti di cooperazione su piccola scala: progetti presentati da un capofila e almeno due partner con sede in almeno tre diversi paesi partecipanti al sottoprogramma Cultura. Contributo massimo: 200.000 EUR, pari a max. il 60% dei costi totali ammissibili.

Categoria 2 – Progetti di cooperazione su larga scala: progetti presentati da un capofila e almeno cinque partner con sede in almeno sei diversi paesi partecipanti al sottoprogramma Cultura. Contributo massimo: 2 milioni di EUR, pari a max. il 50% dei costi totali ammissibili.

Possono partecipare operatori culturali e creativi con sede nei seguenti paesi ammissibili: Stati membri dell’Unione Europea, Albania, Bosnia Erzegovina, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Georgia, Moldova, Ucraina, Tunisia, Armenia.

Il budget totale a disposizione di questa call è di 44 659 800 EUR. Di questi, 17,8 milioni saranno riservati ai progetti Categoria 1. Circa il 25% delle risorse destinate a tale Categoria andranno a iniziative di integrazione di migranti e rifugiati.

Maggiori informazioni sul sito dell’EACEA.