UE per la cultura post-2020: nuovo Quadro d’Azione per la tutela del patrimonio!

754

Sulla scia dell’impegno profuso nella promozione della cultura e del patrimonio in tutta Europa in occasione del 2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale, lo scorso 27 novembre i Ministri della Cultura dell’UE hanno adottato delle Conclusioni sul Piano di lavoro per la cultura 2019-2027, sottolineando l’importanza del far sì che tale impegno venga capitalizzato e ulteriormente portato avanti. Il documento definisce metodi di lavoro per la futura collaborazione politica in materia di cultura nell’UE.

Inoltre, il 7 dicembre, la Commissione europea ha presentato lo European Framework for Action on Cultural Heritage. In particolare, il Quadro d’Azione stabilisce una direzione comune per le attività relative al patrimonio culturale a livello europeo, per quanto riguarda le politiche e i programmi di finanziamento.

Esso si basa su 5 pilastri, ognuno dei quali comprende alcuni cluster di azioni:

Pilastro 1 – Patrimonio culturale per un’Europa inclusiva: partecipazione e accesso per tutti

Le azioni verteranno sul miglioramento dell’accessibilità e del coinvolgimento del pubblico più ampio e di studenti e giovani, anche attraverso mezzi digitali.

Pilastro 2 – Patrimonio culturale per un’Europa sostenibile: soluzioni intelligenti per un futuro coeso e sostenibile

Le azioni si concentreranno sullo sviluppo integrato di soluzioni alle sfide urbane e regionali, incoraggiando il recupero di edifici storici, e sul miglioramento delle politiche sul turismo culturale sostenibile. Esse si rivolgeranno anche alla promozione del patrimonio naturale.

Pilatro 3 – Patrimonio culturale per un’Europa resiliente: salvaguardia del patrimonio a rischio

Si prevedono azioni mirate a combattere il traffico illecito di beni culturali, a innalzare la qualità degli interventi fisici sul patrimonio e alla protezione dai disastri naturali e dai cambiamenti climatici.

Pilastro 4 – Patrimonio culturale per un’Europa innovativa: mobilitazione della conoscenza e della ricerca

Le azioni avranno l’obiettivo di sfruttare gli strumenti tecnologici per l’innovazione sul patrimonio culturale, favorire l’innovazione sociale e rafforzare le capacità nel settore.

Pilastro 5 – Patrimonio culturale per partenariati globali più forti: rafforzamento della cooperazione internazionale

Le azioni saranno rivolte a zone geografiche specifiche per aumentare la cooperazione sul patrimonio culturale.

Per consultare il testo completo del Quadro d’Azione europeo sul patrimonio culturale cliccare qui.