Lotta alla radicalizzazione dei giovani attraverso lo sport: nuovo bando

160

La Commissione europea ha aperto il bando “Monitoraggio e tutoraggio attraverso lo sport dei giovani a rischio di radicalizzazione” che sostiene progetti connessi allo sport realizzati da organizzazioni e federazioni sportive che collaborano con le autorità pubbliche (compresi i comuni), gli attori locali e la società civile.

Il bando ha scadenza il 23 luglio 2019.

L’azione si concentrerà sulla prevenzione della radicalizzazione, in particolare aiutando i giovani a rischio di esclusione e di radicalizzazione a integrarsi meglio nella società in cui vivono. Essa si concentrerà sulla pratica dello sport e dell’attività fisica come strumento per promuovere un migliore inserimento in un gruppo o nella società in generale. Sarà prestata particolare attenzione alle zone con problemi sociali e si terrà conto della dimensione della parità di genere.

I progetti proposti devono essere realizzati da organizzazioni sportive, in particolare da organizzazioni ombrello, come le federazioni sportive europee. Essi devono coinvolgere membri locali, regionali o nazionali di tali organizzazioni sportive. Saranno selezionati circa 7 progetti. Possono partecipare organizzazioni pubbliche e private operanti principalmente nel settore dello sport e che organizzino regolarmente competizioni e attività sportive, con sede negli Stati membri dell’UE.

Il budget complessivo ammonta a 1 900 000 EUR. La sovvenzione UE cofinanzierà al massimo l’80% dei costi ammissibili di progetto e sarà comunque compresa tra un minimo di 150 000 EUR e un massimo di 350 000 EUR.

Maggiori informazioni su questo sito.