Justice: nuovo bando per iniziative sulle politiche in materia di droghe

238

Il programma JUSTICE ha aperto il bando a sostegno di iniziative sulle politiche in materia di droghe, con scadenza il 29 gennaio 2020.

Il bando è volto a contribuire all’efficace implementazione della legislazione UE in materia di droghe e a sostenere lo sviluppo di nuovi approcci al problema. In particolare, i progetti dovranno affrontare almeno una delle seguenti priorità:

  • sostenere attività relative all’epidemiologia delle nuove sostanze psicoattive, inclusi gli oppioidi sintetici, i problemi emergenti – specialmente legati all’uso di cocaina ed eroina – e gli sviluppi tecnologici, tra cui il commercio di sostanze online;
  • sostenere le organizzazioni della società civile rafforzandone a) la funzione di advocacy, b) la capacità di fare la differenza a livello locale, c) la capacità di scambiare buone pratiche;
  • favorire l’aumento delle conoscenze e delle capacità dei portatori d’interesse chiave riguardo agli standard minimi di qualità nella riduzione della domanda di droga;
  • promuovere l’applicazione pratica della ricerca relativa alle droghe e, in particolare, la ricerca relativa alle dipendenze, con l’obiettivo di affrontare sfide attuali e nuove minacce.

Possono partecipare enti pubblici e privati, profit e no-profit con sede negli Stati membri dell’UE (eccetto Regno Unito e Danimarca), Albania e Montenegro. Il progetto deve coinvolgere almeno 2 partner di 2 diversi paesi.

Il bilancio complessivo disponibile per il bando è di 2.375.000 EUR. Il contributo minimo per progetto è di 250.000 EUR e potrà coprire al massimo l’80% dei costi totali ammissibili.

Maggiori informazioni su questo sito.