Economica circolare: nuovo piano d’azione della Commissione europea

369

L’11 marzo 2020 è stato adottato il nuovo piano d’azione della Commissione europea per l’economia circolare, come parte integrante del Green Deal europeo, ovvero l’insieme di strategie presentato lo scorso dicembre con l’obiettivo di trasformare l’Europa nel primo continente a impatto climatico neutro entro il 2050.

Il nuovo piano d’azione comprende iniziative che riguardano l’intero ciclo di vita del prodotto, promuovendo i processi di economia circolare, favorendo il consumo sostenibile,  garantendo che le risorse utilizzate restino il più a lungo possibile all’interno dell’economia europea.

Il piano presenta una serie di iniziative, legislative e non, volte a:

  • fare sì che i prodotti sostenibili diventino la norma in Unione europea
  • dare ai consumatori e gli acquirenti pubblici la possibilità di effettuare scelte informate
  • prestare attenzione ai settori che sfruttano la maggior parte delle risorse e dove il potenziale per la circolarità si presenta elevato, quali: elettronica e ICR; batterie e veicoli; imballaggi; plastica; tessili; costruzione e edilizia; alimenti
  • Assicurare la riduzione degli sprechi
  • Mettere la circolarità al servizio delle persone, delle città e delle regioni
  • Guidare gli sforzi a livello mondiale.

La Commissione ha sottolineato l’importanza della cooperazione fra tutti gli stakeholder (a livello locale, nazionale e internazionale) per favorire la transizione a un’economia verde e circolare.

Per maggiori informazioni si prega di consultare il comunicato stampa ufficiale e il sito web del nuovo piano d’azione!