UE-Africa: un partenariato sempre più forte

165

Transizione verde, trasformazione digitale, crescita e occupazione sostenibile, pace e governance, migrazione e mobilità: ecco i cinque settori chiave della nuova strategia europea per la cooperazione con l’Africa, presentata dalla Commissione il 9 marzo 2020 e che sarà oggetto di discussione con i partner africani nei prossimi mesi, in vista del vertice UE-Unione Africana che si svolgerà a ottobre.

La comunicazione della Commissione europea propone di dare priorità, nella costruzione del partenariato, alle seguenti azioni:

  • Incoraggiare la transizione verde, riducendo i danni ambientali in conformità con quanto stabilito dall’Accordo di Parigi;
  • favorire la digitalizzazione del continente africano;
  • incrementare gli investimenti sostenibili dal punto di vista ambientale, sociale e finanziario e promuovere meccanismi di finanziamento innovativi;
  • favorire l’integrazione economica regionale e continentale, in particolare attraverso l’accordo di libero scambio con l’Africa;
  • migliorare il contesto imprenditoriale sotto il profilo legislativo per attirare un maggior numero di investitori negli Stati africani;
  • affinare le conoscenze, le competenze e la capacità di ricerca e innovazione, soprattutto per donne e giovani, combattere il lavoro minorile e garantire i diritti sociali;
  • attuare una cooperazione strategica per sostenere le iniziative di pace africane, focalizzandosi sulle regione con un maggiore grado di vulnerabilità;
  • rispettare la democrazia e i diritti umani negli interventi e nella cooperazione;
  • puntare a costruire partenariati equilibrati in materia di migrazione e mobilità;
  • rafforzare l’ordine internazionale con al centro le Nazioni Unite.

Per maggiori informazioni potete consultare il comunicato stampa ufficiale.