Integrazione dei migranti: nuovo bando FAMI da 31 milioni di euro

2738

La Direzione Generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Autorità Delegata del FAMI, ha lanciato un Avviso pubblico multi-azione a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014–2020 – Obiettivo Specifico 2 “Integrazione/Migrazione legale” – Obiettivo nazionale 2 “Integrazione”.

Il bando intende conferire alle Regioni e alle Province autonome un ruolo chiave nella programmazione operativa degli interventi finalizzati all’integrazione dei cittadini di paesi terzi, attraverso l’elaborazione di piani di intervento regionali atti a promuovere l’integrazione dei migranti regolarmente presenti in Italia.

I settori d’intervento di questo avviso si articolano in 4 azioni:

Azione 01: Qualificazione del sistema scolastico in contesti multiculturali, anche attraverso azioni di contrasto alla dispersione scolastica (budget: 13 milioni di euro)

La misura comprende attività come:

– rafforzamento dell’offerta formativa nell’insegnamento della lingua italiana e percorsi di sensibilizzazione ai temi dell’integrazione

– prevenzione dell’insuccesso e del ritardo scolastico degli studenti stranieri

– recupero della dispersione e dell’abbandono scolastico

– coinvolgimento attivo delle famiglie di migranti alla vita scolastica

– valorizzazione dell’identità culturale e delle esperienze di peer education

– reti tra istituti scolastici e sportelli attraverso il coinvolgimento di mediatori culturali e associazioni del terzo settore

– partenariati didattici e scambi culturali internazionali

Azione 02: Promozione dell’accesso ai servizi per l’integrazione (budget: 13 milioni di euro)

La misura comprende attività come:

– innovazione dei processi organizzativi dei servizi rivolti ai cittadini stranieri attraverso un approccio integrato alla pianificazione (es. sperimentazione di un modello di presa in carico integrata)

– miglioramento dell’offerta di servizi ai migranti, attraverso servizi informativi, mediazione linguistica culturale, orientamento.

Azione 03: Servizi di informazione qualificata, attraverso canali regionali e territoriali di comunicazione (budget: 2 milioni di euro)

Attività ammissibili:

– consolidamento di canali di comunicazione integrata fra amministrazioni centrali, regionali e locali attraverso lo strumento del Portale Integrazione Migranti quale punto di raccordo nazionale di informazioni e diffusione di esperienze virtuose.

Azione 04: Promozione della partecipazione attiva dei migranti alla vita economica, sociale e culturale, anche attraverso la valorizzazione delle associazioni (budget: 3 milioni di euro)

Attività:

– promozione della partecipazione attiva e diretta dei cittadini stranieri e delle loro associazioni alla promozione dei processi di inclusione e mediazione sociale

– pianificazione di politiche di integrazione attraverso il coinvolgimento delle associazioni di migranti

costituzione di nuove associazioni.

L’ente proponente deve essere una Regione a statuto ordinario o speciale o Provincia autonoma. Questi soggetti non possono partecipare come partner.

Sono partner obbligatori: enti locali, loro unioni e consorzi e istituti scolastici di istruzione primaria o secondaria. Possono invece partecipare come partner: università, istituti di ricerca, organizzazioni internazionali o intergovernative, enti non-profit, organismi accreditati dalle Regioni/Province autonome per lo svolgimento di servizi al lavoro, istituti previdenziali, aziende sanitarie.

Il budget totale a disposizione è di 31 milioni di euro.

Sarà possibile candidare le proposte dal 18 maggio al 20 luglio 2016.

Documentazione disponibile qui al sito ufficiale.