World Water Week 2017: acqua e rifiuti, le prossime grandi sfide!

1227

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile ha fissato obiettivi molto ambiziosi ma di fondamentale importanza riguardo alla preservazione dell’acqua. Secondo l’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile (SDG) n° 6.3, entro il 2030 dobbiamo “migliorare la qualità dell’acqua eliminando le discariche, riducendo l’inquinamento e il rilascio di prodotti chimici e scorie pericolose, dimezzando la quantità di acque reflue non trattate e aumentando il riciclaggio e il reimpiego sicuro a livello globale”. Infatti, più dell’80% delle acque di scarico prodotte da attività umane è ancora scaricato in fiumi o mari senza sistemi di depurazione, causando malattie e ostacolando l’accesso all’acqua potabile.

Il nostro pianeta possiede sufficiente acqua potabile per permettere l’accesso all’acqua pulita per tutti. Ma a causa di infrastrutture scadenti o cattiva gestione economica, ogni anno milioni di persone, di cui la gran parte bambini, muoiono per malattie dovute ad approvvigionamento d’acqua, servizi sanitari e livelli d’igiene inadeguati. La carenza e la scarsa qualità dell’acqua, assieme a sistemi sanitari inadeguati, hanno un impatto negativo sulla sicurezza alimentare, sulle scelte dei mezzi di sostentamento e sulle opportunità di istruzione per le famiglie povere di tutto il mondo. La siccità colpisce alcuni dei paesi più poveri del mondo, aggravando fame e malnutrizione. Entro il 2050 è probabile che almeno una persona su quattro sia colpita da carenza duratura o ricorrente di acqua potabile.

Questo sarà uno degli argomenti al centro della Settimana Mondiale dell’Acqua, organizzata da SIWI – Stockholm International Water Institute, dal 27 agosto al 1° settembre 2017. L’edizione di quest’anno tratterà il tema “Acqua e rifiuti: ridurre e riutilizzare”. L’evento affronterà queste grandi sfide riunendo a Stoccolma esperti dei settori dipendenti dall’acqua, in particolare cibo ed energia, e i portatori d’interesse rilevanti (pubblici, privati e società civile) di paesi ad alto, medio e basso reddito.

Tutte le info sul programma e le tematiche affrontate sono disponibili sul sito http://www.worldwaterweek.org/.