Innovation Fund: adottato il regolamento della Commissione sulle procedure di presentazione delle domande e di selezione!

143

La Commissione europea ha adottato un nuovo regolamento delegato sulle procedure di presentazione delle domande e di selezione nel quadro del Fondo per l’innovazione (Innovation Fund).

Il Fondo per l’innovazione è gestito dalla Commissione europea – DG Clima e rappresenta uno dei maggiori programmi di finanziamento a livello mondiale per la dimostrazione di tecnologie innovative a basse emissioni di carbonio nel periodo 2020-2030.

Il Fondo fornirà circa 20 miliardi di euro attraverso l’EU Emissions Trading System (450 milioni di euro) e il programma precedente NER 300, con lo scopo di aiutare le imprese a investire nell’energia pulita per stimolare la crescita economica, creare posti di lavoro locali e rafforzare la leadership tecnologica europea su scala globale.

In questo modo, il Fondo contribuisce alla ripresa dell’Europa in chiave sostenibile e alla transizione a un’economia a zero emissioni entro il 2050.

Tramite i diversi bandi, l’UE finanzia progetti su larga e piccola scala incentrati su:

  • Tecnologie innovative a basse emissioni di carbonio e processi produttivi nelle industrie ad alta intensità energetica, inclusi i prodotti che sostituiscono quelle ad alta intensità di carbonio
  • Cattura e utilizzo del carbonio (CCU)
  • Costruzione e funzionamento della cattura e stoccaggio del carbonio (CCS)
  • Produzione di energia rinnovabile innovativa
  • Stoccaggio di energia

Il nuovo regolamento modifica il regolamento delegato della Commissione (UE) 2019/856 che stabiliva le norme sul funzionamento del Fondo per l’innovazione.

In particolare, esso istituisce la possibilità per la Commissione di scegliere una procedura di presentazione delle domande in un’unica fase, che comprenda la domanda completa senza la fase di manifestazione di interesse. Ciò consentirebbe una mobilitazione più rapida degli investimenti nelle tecnologie pulite, favorendo la ripresa economica dell’Europa.

Inoltre, il regolamento fornisce assistenza tecnica, oltre che sovvenzioni, per agevolare l’ulteriore sviluppo di progetti che non soddisfano il criterio relativo alla maturità del progetto, ma che hanno il potenziale di soddisfarlo.

Il nuovo Regolamento delegato (UE) 2021/1204 è disponibile sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE.