Horizon Europe: aperto il bando “Twin green and digital transition”

238

Il  bando Twin green and digital transition 2022 del Programma di lavoro 2021-2022 del Cluster 4 (Digital, Industry and Space) di Horizon Europe è stato aperto.

Del bando fanno parte i seguenti topic (insieme ad altri già chiusi con un budget complessivo pari a 321,50 milioni di euro):

  • HORIZON-CL4-2022-TWIN-TRANSITION-01-01: Rapid reconfigurable production process chains (Made in Europe Partnership) (IA)
  • HORIZON-CL4-2022-TWIN-TRANSITION-01-02: Products with complex functional surfaces (Made in Europe Partnership) (RIA)
  • HORIZON-CL4-2022-TWIN-TRANSITION-01-03: Excellence in distributed control and modular manufacturing (Made in Europe Partnership) (RIA)
  • HORIZON-CL4-2022-TWIN-TRANSITION-01-04: Intelligent work piece handling in a full production line (Made in Europe Partnership) (RIA)
  • HORIZON-CL4-2022-TWIN-TRANSITION-01-06: ICT Innovation for Manufacturing Sustainability in SMEs (I4MS2) (Made in Europe Partnership) (IA)
  • HORIZON-CL4-2022-TWIN-TRANSITION-01-07: Digital tools to support the engineering of a Circular Economy (Made in Europe Partnership) (RIA)

Il bando fa parte della Destination 1 – Climate neutral, circular and digitised production che sostiene la leadership globale in catene di valore industriali pulite e neutrali climaticamente, l’economia circolare e i sistemi e infrastrutture digitali (reti, centri dati) neutrali dal punto di vista climatico, attraverso processi di produzione e fabbricazione innovativi e la loro digitalizzazione, nuovi modelli di business, materiali e tecnologie avanzate sostenibili-by-design che consentono il passaggio alla decarbonizzazione in tutti i più importanti settori industriali responsabili delle emissioni, tra cui le tecnologie digitali verdi.

Il cluster Digital, Industry and Space tratta il tema delle tecnologie digitali e industriali, anche nel settore spaziale, che hanno un impatto su tutti i settori dell’economia e della società, trasformano il modo in cui l’industria si sviluppa, produce nuovi prodotti e servizi e sono centrali per qualsiasi futuro sostenibile. La crisi COVID-19 ha mostrato l’importanza di rafforzare la base industriale europea, andando a miglioarare la sua resilienza e flessibilità in termini di tecnologie e catene di approvvigionamento per ridurre la dipendenza dell’UE dai paesi terzi. La pandemia ha inoltre contribuito a creare una nuova urgenza nell’affrontare sfide sociali chiave come la sostenibilità o l’inclusione. L’obbiettivo non è soltanto la prosperità e la competitività economica dell’Europa, ma anche la sua capacità di procurarsi e fornire autonomamente materie prime, tecnologie e servizi sicuri per l’industria nella sua totalità.

Il bando è in scadenza il 30 marzo 2022.