Il Consiglio dell’UE adotta il Programma d’azione ambientale

100

Il Consiglio dell’Unione Europea ha espresso la sua posizione sull’8° Programma d’azione ambientale (EAP).

Il Programma fungerà da base per la realizzazione delle politiche per l’ambiente e per la loro implementazione fino al 2030. L’obbiettivo ultimo è quello di accelerare la transizione verde in modo giusto ed inclusivo a breve termine e convivere con i limiti del pianeta sul lungo periodo.

Gli obbiettivi tematici prioritari del programma sono:

  • Riduzione delle emissioni di gas serra
  • Adattamento al cambiamento climatico
  • Un modello di crescita rigenerativo
  • L’ambizione di inquinamento zero
  • Protezione e rigenerazione della biodiversità
  • Riduzione degli impatti ambientali e climatici chiave relativi alla produzione e al consumo

Il Parlamento e il Consiglio si sono trovati d’accordo sul bisogno di diminuire l’impatto ambientale europeo, rafforzando incentivi positivi per l’ambiente e riducendo residui pericolosi per l’ambiente. Entrambi hanno inoltre aderito a una revisione di medio termine nel 2024, per monitorare i progressi rispetto alle priorità tematiche e decidere, laddove ci fosse necessità, in merito a una proposta di legge contenente tempistiche e azioni da attuare dopo il 2025.