Fondo Sociale per il Clima: il Parlamento Europeo approva la proposta della Commissione

91

I comitati sull’Ambiente, la salute pubblica e la sicurezza alimentare (ENVI) e sul Lavoro e gli affari sociali (EMPL) del Parlamento Europeo hanno approvato la proposta della Commissione di istituire un Fondo sociale per il clima, per sostenere i cittadini vulnerabili colpiti dai costi crescenti della transizione energetica.

Il Fondo beneficerà soprattutto nuclei familiari, microimprese e attori attivi nel settore dei trasporti, vulnerabili e particolarmente affetti dalla transizione a impatto climatico zero. Nello specifico, esso prevede di finanziare misure dirette di supporto temporaneo ai salari, per contrastare la crescita dei prezzi del trasporto su strada e del combustibile per il riscaldamento, nonché investimenti per il risanamento degli edifici, le energie rinnovabili e a favore del passaggio a mezzi pubblici e in condivisione, tramite incentivi fiscali, voucher, sussidi o prestiti a tasso zero.

Inoltre, il report dei comitati introduce miglioramenti e modifiche alla proposta della Commissione, tra le quali la definizione di ‘povertà della mobilità’, uno specifico focus sulle isole e le regioni più isolate e un promemoria sulla necessità degli Stati membri di rispettare i diritti fondamentali per beneficiare dei fondi europei.

La proposta è parte del pacchetto di misure “Fit for 55 in 2030, che mira a ridurre le emissioni di gas serra di almeno il 55% entro il 2030 rispetto ai livelli del 1990, e verrà adottata durante la Plenaria del Parlamento in giugno, prima dell’inizio dei negoziati con i Paesi membri.

Maggiori informazioni sono disponibili a questo link.