Anno europeo dei giovani 2022

1209

Articolo redatto da Betul Duran, Stephanie Villafuerte e Laura Halangescu del Liceo Selmi di Modena.

Durante la nostra attività di PCTO (alternanza scuola-lavoro) presso InEuropa siamo venute a conoscenza dell’iniziativa della Commissione europea “Anno europeo dei giovani 2022”. Ci è stata assegnata la presentazione di questo progetto e noi abbiamo deciso di illustrare gli elementi chiave dell’iniziativa.

La voce della Commissione europea è fondamentale per ciò che riguarda le questioni politiche, sociali, ambientali, familiari, ma soprattutto su tematiche inerenti all’educazione civile e i nostri giovani. Per questo riteniamo che questa iniziativa sia molto importante in quanto non solo promuove una migliore istruzione, ma si occupa anche di molte altre tematiche attuali.

Nella seguente presentazione introduciamo alcuni progetti che ci propone questa iniziativa, che noi riteniamo particolarmente interessanti e accattivanti. Buona lettura!

Anno Europeo dei giovani 2022

Il 2022 è l’Anno europeo dei giovani e rappresenta il momento perfetto per avanzare con fiducia e speranza in una prospettiva post-pandemica. Questa iniziativa punta i riflettori sull’importanza della gioventù europea nella costruzione di un futuro migliore: più verde, più inclusivo e più digitale.

Cosa fa l’UE per i giovani?

L’UE organizza molte iniziative politiche per i giovani europei su vari temi:

  • la transizione verde
  • i giovani nel mondo
  • digitale
  • salute, benessere e sport
  • cultura
  • istruzione e mobilità europea per l’apprendimento
  • occupazione e inclusione
  • partecipazione e dialoghi politici
  • progetti di solidarietà per l’Ucraina

 Europeanization of Plastic Pirates Citizen Science

È un’iniziativa che coinvolge e autorizza i giovani di tutta Europa a monitorare e affrontare l’inquinamento da plastica nei fiumi, sulle coste e nei mari. Spinge i giovani ad attività di ricerca volte a suscitare il loro interesse per il lavoro scientifico e consentire loro di agire per la protezione e il ripristino dei fiumi e dei mari europei.

L’iniziativa contribuisce inoltre ai principali obiettivi della politica ambientale europea:

  • la direttiva quadro sulla strategia per l’ambiente marino,
  • la direttiva quadro sulle acque
  • piano d’azione per l’inquinamento zero per l’aria, l’acqua e il suolo.

 Better Internet for Children Strategy (BIK Strategy)

È un piano per aiutare i bambini e i giovani a ottenere competenze e strumenti digitali affinché possano godere di tutte le opportunità offerte da Internet.

La Commissione collaborerà con i paesi europei, gli operatori di telefonia mobile, i produttori di telefoni cellulari e i servizi di gioco e di social networking per risolvere i problemi dei giovani, ma anche per creare più esperienze online positive per tutti.

Conosci i tuoi diritti! Campagne sui diritti dei giovani europei

In questi tempi difficili per il popolo ucraino, i valori fondamentali dell’UE di libertà, democrazia e rispetto dei diritti umani sono più rilevanti che mai.

L’UE ha sempre sostenuto i diritti e i valori fondamentali, sia in patria che in tutto il mondo, e continua a farlo lanciando ampie campagne di comunicazione sui diritti rivolte ai giovani europei.

 Campagna RightHereRightNow

La campagna è stata progettata con il contributo di giovani provenienti da diversi paesi dell’UE

 Campagna Euright

Il sito web della campagna mostra come è possibile utilizzare #yourEUright contro prodotti difettosi o pratiche commerciali sleali da rivenditori, produttori, fornitori di servizi, tour operator e banche.

Safir

È un progetto cofinanziato dall’Unione Europea che mira a sostenere i giovani provenienti da 9 paesi del Nord Africa e del Medio Oriente nel raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo sostenibile. I paesi coinvolti sono: Algeria, Egitto, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Palestina, Siria, Tunisia.  Si vuole creare un ambiente favorevole alla partecipazione dei giovani e allo sviluppo di progetti imprenditoriali con impatto sociale, culturale e ambientale.

Safir si basa principalmente su 3 pilastri:

  • fornire sostegno a più di 1.000 giovani leader di progetto
  • sviluppare una rete regionale di organizzazioni che sostengono l’imprenditoria sociale
  • accompagnare la creazione di spazi di dialogo tra giovani e autorità governative

 ALMA

ALMA è una nuova iniziativa per aiutare i giovani più svantaggiati di età compresa tra i 18 e i 30 anni che non lavorano, non studiano e non seguono corsi di formazione. Il progetto vuole offrire un sostegno a questi giovani per fare in modo che essi trovino la loro strada verso il mercato del lavoro.

Consiste in un’attività di coaching e consulenza, che comprende un soggiorno supervisionato in una struttura pubblica o privata ospitante per un periodo di 2-6 mesi in un altro Stato membro dell’UE.Grazie ad ALMA, i giovani avranno l’opportunità di accedere al lavoro o alla formazione e di ricominciare da capo per affermare sé stessi e la propria carriera.

I partecipanti beneficeranno di un programma organizzato: inizieranno con una formazione intensiva e un coaching nel loro Paese d’origine. Durante il soggiorno all’estero saranno coperti i costi di viaggio, alloggio, sussistenza, assicurazione e previdenza sociale.

Young European Ambassadors

Questa iniziativa ha come fine mettere in contatto i giovani dell’UE/Regno Unito con giovani di altri paesi vicini. Esistono due gruppi distinti, uno nel Partenariato orientale e l’altro nei Balcani occidentali.

Il progetto si propone di:

  • sensibilizzare l’opinione pubblica sulla cooperazione dell’UE con i Paesi vicini
  • mostrare i risultati tangibili di questa cooperazione
  • contribuire al dialogo politico su vari argomenti
  • aumentare l’attivismo civico
  • lavorare insieme per un futuro migliore

I giovani ambasciatori diffondono a livello locale informazioni ritenute importanti dall’UE. Ciò rende l’apprendimento da parte di altri ragazzi più facile, in quanto discutono con persone che sono al loro pari.

 

Tabacco Free Generation

Questa iniziativa fa luce su come le autorità dovrebbero ulteriormente modellare sia lo spazio reale che quello informatico per renderli più sicuri e proteggere i giovani dall’essere manipolati nella dipendenza da nicotina, che può compromettere profondamente le loro vite future danneggiando la loro salute mentale e fisica.

Il rapporto dimostra che gran parte della strategia pubblicitaria dell’industria del tabacco si rivolge direttamente ai giovani. Gli adolescenti oggi hanno più probabilità di usare la sigaretta elettronica rispetto alle sigarette tradizionali.

Questa iniziativa raccomanda che gli attuali divieti pubblicitari comprendano anche i prodotti del tabacco riscaldato e i social media. Raccomanda inoltre che il vapore delle sigarette elettroniche e le emissioni di prodotti del tabacco riscaldato siano vietati in ambienti in cui i giovani potrebbero essere presenti, come luoghi sportivi, parchi giochi e stadi aperti.

All around culture

L’iniziativa Cultura All-Around mira a promuovere un ecosistema culturale vitale come ambiente favorevole per l’inclusione sociale ed economica dei giovani in sette paesi della regione araba, tra cui Algeria, Egitto, Giordania, Libano, Marocco, Palestina, Tunisia e comunità libiche e siriane in questi paesi.

  • Le entità culturali possono creare alleanze che ricevono sostegno dal programma consentendo a un maggior numero di giovani di avere accesso ad attività ed eventi culturali.
  • Il programma mira a creare partenariati e scambi di conoscenze tra entità culturali della regione araba e dell’Europa.

Juvenes Translatores

Ogni anno dal 2007, la Direzione generale della Traduzione della Commissione europea ha organizzato il concorso Juvenes Translatores nelle scuole di tutta Europa. L’obiettivo di questo concorso annuale di traduzione è quello di promuovere, riconoscere e premiare l’apprendimento delle lingue. Il concorso di traduzione offre ai giovani un assaggio di ciò che significa essere un traduttore, li incoraggia a imparare le lingue straniere e può ispirare alcuni di loro a diventare traduttori professionisti.