Secondo giorno di formazione a Bucarest

102

Oggi il secondo giorno di formazione a Bucarest per lo staff di InEuropa srl coinvolto nel progetto DROP-IN (Erasmus + KA2 partenariati strategici), che mira a creare percorsi alternativi per i giovani che abbandonano precocemente il percorso scolastico verso l’inclusione sociale per poter infine entrare nel mercato del lavoro. Nella splendida cornice della “Cărtureşti Verona”, Schottener Foundation ha aperto la sessione formativa presentando gli obiettivi e risultati attesi del progetto, per poi lasciare la parola ai partecipanti di KMOP e IARS, che hanno presentato la situazione dei giovani ESL e Drop-out nei rispettivi paesi, insieme alle politiche e buone prassi applicate per cercare di contrastare la situazione dell’abbandono scolastico e la marginalizzazione. Il dibattito che ne è seguito con tutto il gruppo di lavoro è stato molto stimolante.

La mattinata si è conclusa con la testimonianza di una rappresentante della “Hands Across” Association, la quale ha presentato una buona prassi rumena, ovvero “The dual VET system” capace di integrare i giovani all’interno del mercato del lavoro, coinvolgendo direttamente le aziende in questo processo.

Infine, nel pomeriggio i partecipanti sono stati invitati presso la “Romano Boutiq Association” per vedere in modo concreto un esempio di buone prassi nell’inclusione socio economica dei rom. Si tratta di una associazione fondata nel 2011 al fine di promuovere la non discriminazione sviluppando attività culturali ed educative, presentando in modo realistico la minoranza Rom e creando uno spazio per scoprire sperimentalmente il valore che apportano alla società, al di là dello stereotipo negativo.

Domani sarà la volta di InEuropa, CARDET e Schottener Foundation a presentare la situazione nei rispettivi paesi.