CMC – Clusters Meet Culture

1752

Capofila
Regione Veneto

Programma e bando
Programma SEE – South East Europe

Progetto in fase di avvio

Breve descrizione
Il progetto CMC vuole intensificare la produzione dei distretti locali e la loro capacità di attirare flussi turistici, attraverso specifiche azioni indirizzate a migliorare la loro consapevolezza e capacità di combinare turismo, produzione e cultura. In particolare, il progetto mira ad attrarre nuovi flussi turistici in aree turistiche meno conosciute dove sono situati i distretti, grazie alla promozione di nuovi itinerari integrati, in grado di proporre un’offerta multipla/integrata di attrazioni culturali, turistiche e prodotti locali. Facilitare le connessioni tra arte, cultura, turismo e industria permette di promuovere un’offerta turistica unica e integrata che valorizzi l’identità complessiva di un determinato territorio.

Obiettivi
– Diluire i flussi turistici attualmente concentrati nelle principali città e distribuirli nell’entroterra, che spesso offre a sua volta opportunità straordinarie sia in termini culturali che economici;
– Creare partnership strategiche tra produzione culturale e industriale finalizzata ad ottenere vantaggi reciproci, creare una metodologia comune per identificare i profili corrispondenti più adatti tra industria, cultura e turismo;
– Attrarre flussi turistici accrescendo nuove forme di turismo tematico (come ad esempio il turismo industriale, i musei tematici) così da rafforzare la visibilità della produzione locale e aumentare le vendite dirette;
– Promuovere sinergie pubblico-private per la valorizzazione dei territori locali coinvolti;
– Definire criteri comuni e protocolli a livello transnazionale per creare efficaci partnership pubblico-private (PPP);
– Creare nuovi profili professionali (“Shopping Trainer” e “Territorial Product Manager”) in grado di incrementare lo shopping nell’entroterra e spiegare chiaramente ai turisti l’identità/il valore culturale dei prodotti presentati.

Azioni
– Definizione di una piattaforma web con strumenti ICT innovativi per collegare turisti, produzione culturale, distretti e territori circostanti;
– Indagine sul meccanismo per collegare il “turismo in città” con i distretti produttivi nell’area SEE;
– Esaminare le best practice esistenti di combinazione virtuosa tra settore culturale e produttivo;
– Analisi dei distretti, layout e modelli organizzativi nell’area di progetto;
– Identificazione dei modelli di sinergia  più adatti a collegare tra loro i distretti industriali e le agenzie culturali e turistiche;
– Sviluppare piani transnazionali per promuovere le Partnership Pubblico-Private tra cultura-turismo e industria;
– Pubblicazione del Manuale “Come sviluppare partnership pubblico private tra cluster culturali e di produzione nell’area SEE”;
– Creazione di una nuova figura professionale mirata ad ampliare l’offerta turistica  dalle città all’area produttiva dell’entroterra: lo “shopping trailer” e il “territorial product manager”

Risultati
– Una piattaforma web online innovativa per promuovere itinerari turistici alternativi che permettano ai turisti di conoscere il know-how locale, la produzione tradizionale locale e l’identità dei territori attraverso la narrazione (story-telling);
– Dialogo aperto tra i distretti e il management delle destinazioni turistiche, creato in modo da dare impulso alla promozione dei prodotti d’eccellenza;
– Nuovi itinerari turistici costruiti grazie a un processo di largo consenso tra differenti stakeholder che vengono dai settori turistico, culturale e industriale;
– Pubblicazione del Manuale “Come sviluppare Partnership Pubblico-Private tra produzione culturale e industriale nell’area SEE” e implementazione delle azioni pilota: almeno 5 accordi PPP firmati;
– Archivio digitale online di tutte le informazioni utili raccolte prima, durante e dopo la vita del progetto sulle sinergie tra Cultura/Turismo/Industria;
– Migliorate competenze e capacità di promuovere un’offerta turistica integrata in grado di collegare cultura e industria grazie alla creazione di due figure professionali: lo Shopping Trainer e il Territorial Product Manager.

Beneficiari
Turisti, operatori turistici del settore privato e pubblico delle aree coinvolte.

Partenariato 
Il partenariato è composto dai soggetti
– Lead Partner: Regione Veneto (Italia)
– PP1: Unione Regionale delle Camere di Commercio del Veneto (Italia)
– PP2: Provincia di Rimini (Italia)
– PP3: Camera di Commercio e dell’Industria di Pécs-Baranya (Ungheria)
– PP4: Centro di Competenza di Innovazione Culturale (Ungheria)
– PP5: Camera di Commercio e dell’Agricoltura di Sibiu (Romania)
– PP6: Università di Sibiu Lucian Blaga (Romania)
– PP7: Camera Regionale dell’Artigianato e Piccole Imprese di Maribor (Slovenia)
– PP8: Agenzia di Sviluppo di Maribor (Slovenia)
– PP9: Camera di Commercio e dell’Industria della Slovacchia (Slovacchia)

Durata
Il progetto ha una durata di 24 mesi (Ottobre 2012 – Settembre 2014)

Sito internet
http://www.cmc-project.eu

Budget Totale
1.551.015,00 €

Contributo
1.318.363,00 € (co-finanziato per l’85% del budget totale)

Ente finanziatore
Commissione Europea – Direzione Generale Politica Regionale