ENI SUD: nuovo bando per innovazione e crescita

2121

Il bando ENI SUD – Migliorare l’innovazione e la crescita nei Paesi della sponda Sud del Mediterraneo è aperto alle candidature fino al 18 marzo 2016.

Nell’ambito del programma ENI, strumento di attuazione della politica europea di vicinato 2014-2020, il bando EuropeAid/151080/DH/ACT/Multi ha l’obiettivo di supportare la capacità da parte dei paesi partner di attuare politiche e iniziative in tema di innovazione finalizzate a favorire una crescita e un’occupazione inclusive e sostenibili.

Ogni proposta progettuale dovrà concentrarsi su uno solo dei due lotti che il bando comprende:

Lotto 1: “ecosistemi politici, normativi e istituzionali”:
Miglioramento del quadro/ambiente normativo nel campo dell’innovazione;
Capacity building/miglioramento delle capacità delle strutture di sostegno all’innovazione;
Stimolare una forte partnership tra gli stakeholder;
Aumentare la disponibilità di informazioni sugli ecosistemi di innovazione;
Incremento della cooperazione regionale.

Lotto 2: “esperienza pilota”:
Rafforzare i cluster di start-up innovative e di PMI della regione;
Garantire la visibilità delle azioni intraprese dal programma;
Facilitare la cooperazione internazionale fra cluster;
Preparare la replicazione di iniziative pilota promettenti in tutta la regione PEV Sud.

I settori di azione prioritari sono:
agroalimentare
occupazione verde, nuove energie, acqua
trasporti e logistica
tecnologie dell’informazione e della comunicazione
industrie creative
salute e assistenza sociale

La call si rivolge a ONG, enti pubblici, autorità locali, organizzazioni (intergovernative) internazionali con sede nei 28 Paesi UE e nei seguenti Paesi beneficiari del programma: Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Palestina, Siria, Tunisia e Autorità Palestinese.

Il progetto deve coinvolgere un Lead Applicant e un minimo di tre partner; almeno due di questi devono provenire da due diversi Paesi beneficiari. Ciascun progetto, inoltre, deve necessariamente svolgersi in modo prevalente nel territorio dei Paesi beneficiari.

La procedura di application prevede che il proponente sia iscritto al sistema PADOR e che venga dapprima presentata una versione sintetica (denominata Concept Note) dell’idea progettuale. Solo i proponenti dei Concept Note selezionati saranno invitati a presentare il progetto nella sua versione dettagliata. Le candidature devono pervenire online attraverso la piattaforma PROSPECT in lingua inglese o francese entro il 18 marzo 2016.

Il budget previsto per questo bando è di 7.000.000 euro. Il contributo comunitario copre fino al 90% dei costi ammissibili. Nell’ambito del Lotto 1 saranno presi in considerazione progetti che richiedono da un minimo di 3.800.000 euro a un massimo di 4.000.000, mentre per il Lotto 2 si va da un minimo di 2.800.000 euro a un massimo di 3.000.000 euro.

La guida al bando e tutti i documenti necessari sono scaricabili dal sito ufficiali