2° bando Central Europe: candidati 210 progetti

1103

Si è chiuso venerdì 24 giugno, con un giorno di posticipazione rispetto al calendario originale, il secondo bando del programma di cooperazione territoriale europea Interreg Central Europe.

Le proposte candidate sono state 210 e coinvolgono 2914 istituzioni dei 9 Paesi interessati dal programma, con una partecipazione nettamente prevalente di partner del territorio italiano (564, pari al 19% del totale) seguiti dai partner polacchi (370) e sloveni (365). Queste istituzioni sono di natura pubblica nell’80% dei casi e privata nel restante 20%.

Ci si aspettano indicativamente 45 progetti finanziati, ciò significa che circa uno su cinque avrà la possibilità di realizzarsi. I progetti di cooperazione dovranno prima superare la valutazione sui requisiti formali di eleggibilità, per poi essere sottoposti alla valutazione qualitativa dell’idea di progetto. I risultati sono previsti per la primavera del 2017.

Le partnership che otterranno il cofinanziamento da parte del FESR (90 milioni di euro stanziati per questo bando) dovranno contribuire alla politica di coesione e di sviluppo regionale affrontando problematiche comuni ai territori coinvolti relativamente a innovazione, economia a basse emissioni di carbonio, conservazione del patrimonio ambientale e culturale e trasporti.

Le 210 application pervenute sono così distribuite secondo i 4 assi prioritari suddetti:

Asse 1 – Innovazione: 75 candidature

Asse 2 – Low-carbon: 38 candidature

Asse 3 – Ambiente e cultura: 86 candidature

Asse 4 – Trasporti: 11 candidature.

Anche in base ai risultati di questo bando si decideranno gli obiettivi sui quali verterà la terza call, la cui preparazione inizierà a breve e per la quale uscirà presto un calendario più preciso.

Maggiori informazioni su bandi e progetti finanziati al sito del programma: www.interreg-central.eu.