Misure e azioni di promozione dell’attività fisica a vantaggio della salute (HEPA) per rifugiati

1939

L’obiettivo generale del bando EAC/S16/2016 “Promoting HEPA policy measures and actions for refugees” è quello di promuovere l’attività fisica a vantaggio della salute nelle politiche comunitarie e nazionali. L’obiettivo specifico è quello di promuovere un più ampio accesso alla pratica dello sport e attività fisiche per i rifugiati.

La call intende ottenere diversi risultati, tra cui:

  • accrescere la consapevolezza tra i rifugiati sui benefici sociali e per la salute derivanti dalla pratica sportiva e dall’attività fisica;
  • miglior benessere e integrazione dei rifugiati nella società attraverso lo sport e l’attività fisica;
  • maggiore conoscenza tra i rifugiati dei valori europei attraverso la partecipazione allo sport e all’attività fisica.

La promozione dell’attività fisica a vantaggio della salute (HEPA) nella politica comunitaria e nazionale è rivolta non solo ad una migliore salute e benessere, ma vuole anche affrontare gli allarmanti costi sociali ed economici associati alla mancanza di attività fisica. In questo contesto, sono state identificate due sfide:

> sfide riguardanti alcune categorie della popolazione che non hanno o hanno un accesso limitato alla pratica dello sport e dell’attività fisica. I rifugiati chiaramente appartengono a questa categoria.

> sfide riguardanti i metodi di controllo e monitoraggio dell’attività fisica in Europa e la disponibilità di dati comparabili in UE.

La presente call che si riferisce alla prima sfida, è stata pubblicata il 27/06/2016 e la presentazione delle proposte progettuali scadrà il 09/09/2016 per progetti che prevedono l’inizio delle attività non prima del 01/01/2017 e termineranno entro il 31/12/2017.

Il budget totale messo a disposizione per il co-finanziamento dei progetti ammonta a 600.000 euro e ogni progetto verrà co-finanziato con un massimo di 60.000 euro, corrispondenti al massimo all’80% del costo complessivo del progetto.

Possono partecipare soggetti sia pubblici che privati con personalità giuridica, la cui attività principale sia nel settore dello sport e dell’attività fisica.

Le attività che possono essere realizzate nell’ambito del progetto potranno essere:

  • lo sviluppo, l’identificazione, la promozione e la condivisione di buone pratiche circa la partecipazione dei rifugiati nella attività HEPA;
  • la preparazione, lo sviluppo e l’attuazione di moduli e strumenti formativi ed educativi;
  • attività per aumentare le competenze dei “moltiplicatori” nel settore dello sport e per sviluppare il monitoraggio e l’analisi comparativa degli indicatori, in particolare per quanto riguarda la promozione di comportamenti etici e codici di condotta tra gli sportivi;
  • attività di sensibilizzazione sul valore aggiunto dello sport e dell’attività fisica in relazione allo sviluppo personale, sociale e professionale degli individui;
  • attività volte a promuovere sinergie innovative tra il settore dello sport e i settori della salute, istruzione, formazione e gioventù;
  • conferenze, seminari, incontri, eventi e azioni di sensibilizzazione alla base delle attività di cui sopra.

È possibile prendere visione della call integrale e di tutta la documentazione ufficiale al seguente link: http://ec.europa.eu/sport/calls/2016/eac-s16_en.htm