Erasmus +: disposizioni nazionali per scuola, università, educazione adulti

1910

L’Agenzia Nazionale Erasmus Plus INDIRE ha pubblicato le disposizioni nazionali nei settori che competono l’Agenzia, ossia istruzione scolastica, istruzione superiore ed educazione degli adulti, allegate alla Guida al Programma 2017. Si tratta di importanti indicazioni per la partecipazione al bando Erasmus+ 2017. Eccole riassunte di seguito:

Azione Chiave 1 – Mobilità del personale dell’istruzione scolastica

Definizione di “scuola”: qualsiasi istituto scolastico statale comunale o paritario, di livello prescolare, primario e secondario di qualsiasi indirizzo, sia generale che tecnico o professionale.

Definizione di “autorità scolastica locale/regionale” eleggibile come capofila di un Consorzio di scuole: si intendono gli Uffici Scolastici Regionali, la Sovrintendenza Scolastica della Valle d’Aosta, il Dipartimento della Conoscenza della Provincia di Trento, il Dipartimento di Istruzione e Formazione tedesca, il Dipartimento di Istruzione e Formazione in lingua italiana e il Dipartimento Educazione e Cultura ladina della Provincia di Bolzano.

Azione Chiave 1 – Mobilità del personale dell’istruzione scolastica / educazione degli adulti

È confermata la riduzione al 70% per gli importi delle diarie indicati dalle tabelle comunitarie, come già indicato lo scorso anno (Programme Guide – tabelle A3.1 e A4.1). Si segnala che l’e-form è già predisposto con le diarie corrette quindi non servono modifiche in fase di application.

Azione Chiave 1 – Mobilità per studenti e personale dell’istruzione superiore

Le disposizioni indicano gli importi delle borse di mobilità per studenti (per studio e per tirocinio) verso i 3 gruppi di Paesi di destinazione individuati dalla Commissione.

È inoltre previsto un contributo aggiuntivo di 200 € al mese a favore di studenti in condizioni socioeconomiche svantaggiate (che dovranno essere individuati secondo le indicazioni del Miur).
Per la mobilità dello staff in ambito universitario, le disposizioni nazionali prevedono la riduzione all’80% per gli importi delle diarie stabilite dalla Commissione (Programme Guide – tabelle A1.1).

Azione Chiave 2 – Partenariati Strategici settore Scuola

A livello nazionale il budget riservato ai Partenariati Strategici settore scuola, verrà così ripartito:

– 60% per i Partenariati per l’innovazione

– 40% per i Partenariati per lo scambio di buone pratiche (i partenariati tra sole scuole devono rientrare obbligatoriamente in questa categoria).

Azione Chiave 2 – Partenariati Strategici settore Educazione adulti

A livello nazionale il budget riservato ai Partenariati Strategici settore Educazione degli adulti, verrà così ripartito:

– 70% per i Partenariati per l’innovazione

 – 30% per i Partenariati per lo scambio di buone pratiche.

Priorità nazionali per Partenariati Strategici – Azione Chiave 2:

Particolare attenzione sarà rivolta ai partenariati incentrati sul tema dei migranti, sulla formazione digitale e sulla creazione di un ambiente accogliente per l’apprendimento e l’insegnamento. Inoltre, al fine di aumentare la dimensione internazionale delle scuole, sarà rivolta particolare attenzione a quei partenariati che prevedano la mobilità a lungo termine degli alunni in quanto strumento per sviluppare le loro competenze di base e trasversali, per promuovere la cittadinanza europea, nonché per creare nel settore dell’istruzione scolastica un ambiente favorevole alla mobilità, a tutti i livelli e per tutti i gruppi target.

Infine, per rendere possibile la digitalizzazione dell’intero ciclo di vita del progetto, i beneficiari dei progetti Azione Chiave 1 e 2 nei settori di competenza di dell’Agenzia INDIRE che verranno selezionati, dovranno munirsi di una firma digitale necessaria alla sottoscrizione dell’accordo finanziario e di un indirizzo PEC necessario allo scambio della documentazione ufficiale.

L’allegato con le disposizioni ufficiali è disponibile sul sito di Erasmus Plus.