Horizon 2020 – E-Rare: in arrivo bando di ricerca sulle malattie rare

1592

Nell’ambito del programma Horizon2020, sta per uscire il nono bando congiunto E-Rare “Progetti di ricerca transnazionali dedicati ad approcci terapeutici innovativi per le malattie rare” (JTC2017), che aprirà il 5 dicembre 2016.

L’obiettivo del bando è di dare la possibilità a scienziati di diversi Paesi di creare un’effettiva collaborazione su un progetto comune di ricerca interdisciplinare basato sulla complementarietà e la condivisione dell’expertise.  I progetti devono affrontare un gruppo di malattie rare (o una singola malattia rara) secondo la definizione europea, vale a dire, una malattia che colpisce non più di 10.000 persone nella Comunità Europea, suoi Paesi associati e Canada.

L’obiettivo specifico è di promuovere progetti di ricerca che si concentrano sullo sviluppo preclinico di approcci terapeutici su modelli animali o cellulari esistenti. Gli approcci terapeutici ammessi dal bando includono la terapia cellulare, genetica e farmacologica.

Le proposte devono dimostrare l’impatto potenziale sulla salute e il valore aggiunto della cooperazione transnazionale: raccolta di una massa critica di pazienti/materiali biologici, condivisione di risorse (modelli, database, diagnosi, ecc), armonizzazione dei dati, condivisione di know-how e tecnologie innovative, ecc. I consorzi sono invitati a dimostrare anche il sostegno di industrie al progetto, in modo da garantire un trasferimento efficiente dei risultati preclinici in utilità clinica. Anche le organizzazioni di pazienti sono incoraggiate a partecipare laddove opportuno, al fine di fornire potenziali nuove indicazioni che possono portare a scoperte innovative e di garantire che la ricerca si attenga a bisogni reali dei pazienti.

Il partenariato può includere un massimo di 6 soggetti, ma nel caso comprenda Paesi dell’Est europeo (Ungheria, Lettonia, Polonia, Romania e Turchia), il numero massimo può salire a 7/8. I Paesi ammissibili sono i seguenti: Austria, Belgio, Canada (incluso il Quebec), Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Israele, Italia, Lettonia, Polonia, Romania, Spagna, Svizzera, Ungheria, Turchia.

La scadenza per la pre-registrazione delle proposte è il 1° febbraio 2017.

La scadenza per le candidature è fissata invece al 2 giugno 2017.

Maggiori informazioni a questo sito.