Europa Creativa: a breve il bando per traduzioni letterarie!

2093

Segnaliamo che l’uscita del bando di Europa Creativa a sostegno delle Traduzioni letterarie dovrebbe avvenire a marzo 2017.

Si tratta di un bando dedicato alle case editrici e ai gruppi editoriali che promuovono la circolazione della letteratura in Europa attraverso le traduzioni. I progetti finanziabili si dividono in due categorie:

progetti biennali;

– accordi quadro di partenariato.

Per la seconda categoria è atteso un bando per accordi quadro della durata di 4 anni, ma non è ancora certo se questa azione sarà compresa nella call in apertura.

Riportiamo qui le caratteristiche principali del bando per Traduzioni letterarie, in attesa delle indicazioni specifiche della call 2017.

Le priorità del sostegno alle traduzioni sono:

  • promuovere la circolazione della letteratura europea tradotta;
  • incoraggiare la traduzione dalle lingue meno usate verso l’Inglese, il Tedesco, il Francese, lo Spagnolo, al fine di garantire un’ampia circolazione delle opere letterarie;
  • incoraggiare la traduzione dei generi meno rappresentati, come quelli per il giovane pubblico (bambini, adolescenti), i fumetti, i racconti brevi e la poesia;
  • incoraggiare l’uso appropriato delle tecnologie digitali per distribuire e promuovere le opere;
  • incoraggiare la traduzione e la promozione dei libri che hanno vinto il Premio Europeo per la Letteratura;
  • dare visibilità alla figura del

Le attività ammissibili comprendono:

  • traduzione, pubblicazione, distribuzione e promozione di un pacchetto di opere di narrativa di alto valore letterario, indipendentemente dal genere, come romanzi, racconti brevi, opere teatrali, poesie, fumetti e letteratura per l’infanzia
  • eventi speciali e attività di marketing/distribuzione per la promozione dei libri tradotti nell’UE e non solo, compresi gli strumenti di promozione digitale e la promozione di autori presso fiere del libro e festival letterari
  • traduzione di estratti delle opere di narrativa per i cataloghi degli editori e delle case editrici, per contribuire a promuovere la vendita dei diritti, in Europa e non solo.

Per i progetti biennali si finanzia la traduzione da 3 a 10 opere letterarie, mentre nell’ambito dell’accordo quadro di partenariato sono finanziate le traduzioni di 5-10 opere all’anno, a condizione che non siano ancora state tradotte nella lingua di destinazione scelta.

Per entrambe le categorie, il cofinanziamento massimo ammonta a 100.000 euro a copertura di un massimo del 50% dei costi totali ammissibili.

Maggiori informazioni sul sito del Creative Europe Desk Italia – Ufficio Cultura e dell’EACEA.