Protezione Civile: nuovi bandi per la prevenzione e la preparazione ai disastri

806

Il programma Union Civil Protection Mechanism ha lanciato due nuovi bandi 2021 per progetti di prevenzione e preparazione in materia di catastrofi e inquinamento marino.

I topic, con scadenza prevista l’8 giugno 2021, sono i seguenti.

Prevention and Preparedness for Cross-Border Risks (1.750.000 EUR)

Questo bando mira a migliorare la gestione del rischio di catastrofi transfrontaliere attraverso la prevenzione e la preparazione. I candidati sono invitati a perseguire una delle seguenti priorità:

  • Priorità 1: Sviluppare valutazioni del rischio transfrontaliero
  • Priorità 2: Migliorare la gestione transfrontaliera delle emergenze

Prevention and Preparedness for Marine Pollution at Sea and on Shore (1.750.000 EUR)

Questo bando si concentra sul miglioramento della prevenzione e della protezione dagli effetti dei disastri marittimi. Per contribuire all’obiettivo generale, le proposte devono perseguire una delle seguenti priorità:

  • Priorità 1: Sviluppare la capacità di risposta agli incidenti di inquinamento marino
  • Priorità 2: Rafforzare il coordinamento regionale e intersettoriale

Nell’ambito della priorità 1, questo invito sostiene attività che mirano ad aumentare la capacità dei soccorritori, compreso lo sviluppo di metodologie avanzate a sostegno della formazione e delle esercitazioni, nonché il miglioramento della tecnologia e degli strumenti per un migliore monitoraggio, rilevamento e risposta all’inquinamento marino e costiero.

Nell’ambito della priorità 2, verranno finanziate attività che mirano a rafforzare le azioni congiunte di prevenzione e preparazione all’interno delle aree marine regionali europee, iniziative interregionali, attività volte a rafforzare i legami operativi tra i responsabili dell’inquinamento in mare e sulla costa, nonché altri settori pertinenti per un approccio più integrato e coordinato.

Possono partecipare all’invito enti giuridici pubblici o privati stabiliti in uno Stato membro dell’UE, nei paesi partecipanti all’UCPM (Islanda, Montenegro, Macedonia del Nord, Norvegia, Serbia e Turchia), negli Stati beneficiari dello strumento IPA e nei paesi della Politica europea di vicinato.

In particolare, le proposte rientreranno in una delle seguenti azioni:

  • Azione interna: le proposte finanziate nell’ambito dell’azione interna sono presentate da consorzi di almeno 2 soggetti con sede negli Stati membri UE o paesi partecipanti a UCPM. I progetti potranno avere un budget fino a 1 milione di euro e riceveranno un contributo a copertura dell’85% dei costi totali.
  • Azione esterna: le proposte finanziate nell’ambito dell’azione esterna sono presentate da consorzi di almeno 2 soggetti con sede in almeno 1 dei paesi beneficiari IPA che non partecipano al meccanismo e/o un paese della Politica europea di vicinato. I progetti potranno avere un budget fino a 500.000 euro e riceveranno un contributo a copertura dell’85% dei costi totali.

Leggi tutti i dettagli nel testo del bando.