Pubblicati i primi bandi del nuovo programma Justice 2021-2027!

1491

Il programma Justice ha annunciato i primi cinque bandi della nuova programmazione 2021-2027, previsti nel work programme 2021.

Il programma è ancora in attesa di adozione definitiva e, una volta approvato, sarà valido retroattivamente a partire dal 1° gennaio 2021.

I bandi lanciati sono i seguenti:

Call for proposals for action grants to support national or transnational e-Justice projects (2.800.000 EUR)

Candidature aperte dal 9 marzo al 18 maggio 2021.

L’obiettivo di questo bando è contribuire al raggiungimento degli obiettivi della Strategia europea in materia di giustizia elettronica 2019-2023, sostenendo l’attuazione di progetti di giustizia elettronica a livello europeo o nazionale. Sono ammesse proposte di candidati singoli o in partenariato.

Call for proposals for action grants to support transnational projects to enhance the rights of persons suspected or accused of crime and the rights of victims of crime (6.200.000 EUR)

Candidature aperte dal 12 maggio al 9 settembre 2021.

Il bando vuole contribuire all’applicazione efficace e coerente del diritto penale dell’UE nel settore dei diritti delle persone sospettate o accusate di reato e nel settore dei diritti delle vittime di reato, in linea con le priorità stabilite dalla Strategia dell’UE sui diritti delle vittime 2020-2025. I progetti devono coinvolgere almeno due partner di diversi paesi partecipanti.

Call for proposals for action grants to promote judicial cooperation in civil and criminal matters (6.650.000 EUR)

Candidature aperte dal 9 marzo al 18 maggio 2021.

L’obiettivo di questo bando è promuovere la cooperazione giudiziaria in materia civile e penale attraverso quattro priorità:

  1. Cooperazione giudiziaria in materia civile
  2. Cooperazione giudiziaria in materia penale
  3. Sostegno agli Stati membri per la creazione e il rafforzamento delle reti nazionali in materia civile e penale
  4. Sostegno agli Stati membri per il loro collegamento al sistema ECRIS-TCN

Per le priorità 1 e 2, i progetti devono coinvolgere almeno due partner di diversi paesi partecipanti.

Per le priorità 3 e 4, sono ammesse proposte di singoli richiedenti. In particolare, per la priorità 3 in materia penale, la domanda deve essere presentata dalle autorità nazionali, dai tribunali, dalle procure e dalle associazioni professionali che le rappresentano.

Call for 4-year Framework Partnership Agreements to support European networks active in the area of facilitating and promoting judicial cooperation in civil and/or criminal matters and in the area of access to justice 

Candidature aperte dal 9 marzo al 18 maggio 2021.

Il bando mira a stabilire Accordi quadro di partenariato di 4 anni con reti europee i cui obiettivi sono facilitare e sostenere la cooperazione giudiziaria in materia civile e penale e/o l’accesso alla giustizia per tutti. Il budget disponibile ammonta a 4,2 milioni di euro all’anno.

Per partecipare all’invito è necessario essere una rete formale organizzata a livello europeo e con membri di almeno 14 Stati membri dell’UE o paesi terzi partecipanti al programma Justice.

Call for proposals for action grants to support transnational projects on judicial training covering civil law, criminal law or fundamental rights (5.350.000 EUR)

Candidature aperte dal 9 marzo al 18 maggio 2021.

All’interno di questo bando verranno finanziate attività transnazionali di formazione giudiziaria in materia di diritto civile, diritto penale o diritti fondamentali. I progetti devono coinvolgere almeno due partner di diversi paesi.

Possono partecipare ai suddetti inviti i soggetti con sede negli Stati membri dell’Unione europea, esclusa la Danimarca, e i paesi terzi partecipanti al programma.  Le organizzazioni a scopo di lucro possono partecipare solo in qualità di partner, a eccezione del bando 4, dove sono ammesse a partecipare solo le organizzazioni private no-profit.

I partenariati, laddove richiesti, devono includere come partner almeno un ente pubblico, un’organizzazione privata senza scopo di lucro o un’organizzazione internazionale.

I progetti devono avere una durata compresa tra i 12 e i 24 mesi nelle prime tre call e tra i 12 e 36 mesi nella quinta call. Nella quarta call, la durata prevista delle attività è di 48 mesi.

Per tutti i progetti, la sovvenzione UE richiesta non può essere inferiore a 75.000 EUR, mentre non è stabilito un limite massimo. Il cofinanziamento UE coprirà al massimo il 90% dei costi totali ammissibili.