European Urban Initiative: al via la prima call per Azioni Innovative

925

La European Urban Initiative (EUI) ha pubblicato la prima call per azioni innovative, avente come tema chiave il Nuovo Bauhaus europeo (NEB).

Il bando si rivolge a progetti faro per la trasformazione delle città e degli enti locali, in grado di implementare interventi concreti e tangibili allineati ai valori chiave del NEB di sostenibilità, inclusività ed estetica al massimo livello. Le proposte progettuali dovranno dunque contribuire attivamente al raggiungimento di almeno uno degli obiettivi specifici della politica di coesione UE 2021-2027 su un’Europa più verde (OS 2.1, 2.6 e 2.7), più sociale e inclusiva (OS 4.3 e 4.6) e più vicina ai cittadini (5.1).

Le azioni intraprese nell’ambito della call possono essere varie, essendo il bando non prescrittivo sulle attività da svolgere. Tuttavia, le autorità amministrative interessate a partecipare sono invitate a realizzare proposte in una delle seguenti quattro aree tematiche:

  • costruzione e rinnovamento in uno spirito di circolarità e neutralità carbonica
  • preservare e trasformare l’eredità culturale
  • adattare e trasformare le costruzioni per soluzioni abitative accessibili
  • rigenerare gli spazi urbani

Tali settori hanno, infatti, il potenziale per la creazione di soluzioni innovative in risposta alle sfide urbane attuali, per la realizzazione di azioni locali concrete della Politica di coesione e per la mobilitazione di nuove forme di finanziamento e di processi partecipativi e transdisciplinari.

Sono eleggibili di partecipare al bando le autorità di unità amministrative locali che, in forma singola o di associazione/raggruppamento (sia giuridicamente riconosciuto sia privo di tale riconoscimento giuridico), abbiano almeno 50 000 abitanti e appartengano alle categorie 1 o 2 della classificazione DEGURBA. I titolari delle proposte devono essere le autorità urbane, le quali dovranno porsi a guida di consorzi di partner di realizzazione, di trasferimento o eventuali altre autorità urbane associate tramite accordi e attivamente contribuenti all’attuazione del progetto.

Il budget a disposizione della call consiste in 50 milioni di euro dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR), per un importo massimo di 5 milioni per ciascun progetto finanziato erogati a un tasso di cofinanziamento dell’80%.

Il termine per presentare proposte progettuali è il 19 gennaio 2023.

Maggiori informazioni sono disponibili qui