Bando per mobilitazione volontari a sostegno dell’aiuto umanitario!

1905

L’Iniziativa Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario ha lanciato il bando per progetti di mobilitazione per volontari senior e junior dell’Unione europea a sostegno e integrazione dell’aiuto umanitario nei paesi terzi, con particolare riguardo al rafforzamento della capacità e della resilienza delle comunità vulnerabili e colpite da catastrofi e delle organizzazioni incaricate dell’attuazione dei progetti.

Tali progetti contribuiranno a rafforzare la capacità dell’Unione di fornire aiuti umanitari in base alle esigenze, concentrandosi sulla preparazione in caso di catastrofe, sulla riduzione del relativo rischio e sul miglioramento del collegamento tra le attività di soccorso, riabilitazione e sviluppo. Inoltre, tali progetti possono anche rafforzare le capacità di attuazione delle organizzazioni di invio e di accoglienza che partecipano o intendono parteci­pare all’iniziativa Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario, anche nell’ambito di strumenti e metodi di allarme rapido in relazione a catastrofi.

Le attività supportate devono includere la mobilitazione di Volontari senior e junior dell’Unione europea per l’aiuto umanitario comprendendo la selezione, il reclutamento e la preparazione dei volontari stessi e le attività di comunicazione nel rispetto del piano di comunicazione dell’iniziativa Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario.

Le attività a sostegno dell’azione principale possono includere:

— posti di apprendistato per volontari junior in organizzazioni di invio dell’UE;

— rafforzamento delle capacità di comunità vulnerabili e colpite da catastrofi e di organizzazioni locali;

— rafforzamento delle capacità di organizzazioni di accoglienza;

— assistenza tecnica per le organizzazioni di invio;

— attività volte a promuovere la partecipazione di volontari online e di volontari dipendenti di imprese per sostenere le azioni dei Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario.

Le attività nell’ambito del rafforzamento delle capacità e dell’assistenza tecnica possono includere: attività di sviluppo/rafforzamento delle capacità; visite di studio/studio esplorativo per finalizzare la valutazione delle necessità dell’azione; seminari e workshop; affiancamento sul lavoro; gemellaggi e scambio di personale; scambio di conoscenze, apprendimento organizzativo e buone prassi; visite di studio; attività per promuovere la creazione di partenariati; attività volte ad assistere organizzazioni impegnate nel rispetto degli standard umanitari di base; attività per rafforzare la cooperazione regionale. Solo per l’assistenza tecnica sono ammessi: coaching e mentoring a favore del personale retribuito e dei volontari chiave dell’orga­nizzazione di invio; corsi di formazione per formatori/guide/tutor/moltiplicatori dei paesi terzi; visite di studio fino a tre mesi per personale retribuito o volontari chiave provenienti da paesi terzi che dovranno essere stanziati in organizzazioni partner/candidate dell’UE.

Tutti i candidati che presentano proposte e operano in qualità di organizzazioni di invio o di accoglienza devono essere certificati ai sensi dell’iniziativa Volontari dell’Unione per l’aiuto umanitario.

Al progetto devono partecipare almeno 2 organizzazioni di invio certificate di 2 diversi paesi e 2 organizzazioni di accoglienza certificate. Le organizzazioni non certificate specializzate in settori rilevanti per gli obiettivi o le azioni del progetto possono essere coinvolte come partner in modo che contribuiscano con le loro competenze specifiche.

I candidati volontari dovranno essere cittadini UE o di paesi terzi residenti di lungo periodo in uno Stato membro con almeno 18 anni di età. Possono essere giovani professionisti, in particolare neolaureati con meno di 5 anni di esperienza professionale e meno di 5 anni di esperienza in iniziative umanitarie, oppure professionisti esperti con 5 anni di esperienza professionale in posizioni di responsabilità o in qualità di esperti.

La durata massima dei progetti è di 24 mesi.

Il budget complessivo della call è di 12.600.000 euro. L’importo della sovvenzione deve essere compreso tra 100.000 e 1.400.000 euro. Saranno finanziate circa 12 proposte.

La scadenza per le candidature è il 6 giugno 2017.

Tutte le informazioni utili sono disponibili qui!