Giustizia: bando a sostegno della formazione giuridica transnazionale

2340

Dal 15 giugno al 25 ottobre 2017 è aperto il bando JUSTICE per progetti transnazionali sulla formazione giuridica in materia di diritto civile, penale e diritti fondamentali.

L’obiettivo è di contribuire all’effettiva e coerente applicazione della legislazione UE e dello stato di diritto affrontando le lacune nella formazione in questi ambiti.

Le priorità 2017 finanziano attività e strumenti formativi per gli enti di formazione, e in particolare sono volte a:

  1. Migliorare la cooperazione transfrontaliera tra enti di formazione
  2. Colmare le lacune nella formazione in materia di diritto civile e penale dell’UE e diritti fondamentali per personale e ufficiali giudiziari attraverso attività formative transnazionali
  3. Sostenere la formazione di giudici, Pubblici Ministeri, avvocati e notai su diritto civile e penale dell’UE, diritti fondamentali, sistemi legali degli Stati membri, etica del diritto, stato di diritto, conoscenza degli strumenti digitali transnazionali e competenze linguistiche dei professionisti.

Le attività finanziate comprendono:

  • Organizzazione di seminari interattivi e pratici (inclusa l’implementazione dei moduli creati dalla CE sul diritto civile comunitario)
  • Scambi multilaterali tra professionisti in ambito legale
  • Creazione di contenuti didattici per formazione in presenza, blended learning ed e-learning, sia destinati all’utilizzo da parte dei formatori sia per l’autoapprendimento
  • Strumenti per gli enti di formazione (eventi “train-the-trainers”, strumenti a sostegno dell’organizzazione di formazione in altri Stati membri, ecc.)

Le attività formative realizzate devono coinvolgere partecipanti dei diversi paesi rappresentati nel partenariato.

I progetti devono coinvolgere organizzazioni di almeno 2 Paesi diversi (28 Stati membri esclusi Danimarca e Regno Unito e inclusa l’Albania). Le organizzazioni partner devono essere enti pubblici o privati no-profit. Gli enti a scopo di lucro possono partecipare solo come partner in consorzio con enti no-profit.

Il budget a disposizione della call è di 6.098.000 EUR. Il contributo UE copre al massimo l’80% dei costi totali ammissibili per progetto e il contributo minimo richiesto non può essere inferiore a 30.000 EUR.

Maggiori informazioni sulla pagina dedicata al bando.