Europa Creativa: approfondimento sul nuovo bando!

2952

Come anticipato, ecco alcune informazioni più dettagliate rispetto al bando Europa Creativa per progetti di cooperazione europea uscito ieri.

Quest’anno, il bando è suddiviso in 2 call separate con scadenze diverse.

Il bando 32/2017 si riferisce a Progetti di cooperazione europea 2018, ossia i tradizionali progetti di cooperazione su piccola e larga scala (Categorie 1 e 2) finanziati ogni anno da Europa Creativa. La scadenza per questi progetti è fissata al 18 gennaio 2018. Budget: 40 milioni EUR.

Il bando 35/2017 si riferisce invece a Progetti di cooperazione relativi al 2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale (Categoria 3), in scadenza il 22 novembre 2017. Budget: 5 milioni EUR.

Progetti di cooperazione europea 2018

Le priorità sono anche quest’anno le seguenti:

A.Mobilità transnazionale di artisti e professionisti e circolazione delle opere culturali e creative

B.Sviluppo del pubblico: ampliamento, diversificazione e coinvolgimento del pubblico

C1.Rafforzamento delle capacità – Digitalizzazione: metodi innovativi di produzione e distribuzione sfruttando il potenziale del passaggio al digitale

C2.Rafforzamento delle capacità – Nuovi modelli di business: modelli nuovi di raccolta fondi, gestione e marketing

C3.Rafforzamento delle capacità – Istruzione e formazione: acquisizione di nuove competenze che migliorino l’occupabilità degli operatori

Progetti di cooperazione relativi al 2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale

L’obiettivo di questi progetti rispecchia lo scopo dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, il quale mira a incoraggiare la condivisione e l’apprezzamento del patrimonio culturale europeo in quanto risorsa comune, sensibilizzare sulla storia e i valori comuni e rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio europeo condiviso.

Questi progetti devono rispondere a uno dei seguenti obiettivi:

  1. rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio europeo condiviso
  2. promuovere il patrimonio culturale come fonte di ispirazione per la creazione artistica contemporanea e l’innovazione e rafforzare l’interazione tra il settore del patrimonio culturale e altri ambiti culturali e creativi.

Categoria 1 – Progetti di cooperazione su piccola scala: 1 capofila e almeno 2 partner di 3 paesi partecipanti al programma. Contributo massimo: 200.000 EUR, pari a non più del 60% dei costi totali ammissibili. Durata max. 48 mesi.

Categoria 2 – Progetti di cooperazione su larga scala: 1 capofila e almeno 5 partner di 6 paesi partecipanti al programma. Contributo massimo: 2 milioni di EUR, pari a non più del 50% dei costi totali ammissibili. Durata max. 48 mesi.

Categoria 3 – Progetti di cooperazione relativi al 2018 Anno Europeo del Patrimonio Culturale: 1 capofila e almeno 2 partner di 3 paesi partecipanti al programma. Contributo massimo: 200.000 EUR, pari a non più del 60% dei costi totali ammissibili. Durata max. 24 mesi.

La partecipazione ai bandi è aperta agli operatori culturali e creativi stabiliti in uno dei paesi partecipanti al sottoprogramma Cultura. Il capofila, alla scadenza fissata per la presentazione delle candidature, deve poter dimostrare di avere personalità giuridica da almeno 2 anni. Per i progetti Categoria 3, non sono eleggibili come capofila i seguenti tipi di organizzazioni: istituti di istruzione superiore (incluse le università); istituti di ricerca, fondazioni e associazioni attive nel settore della ricerca; organizzazioni/associazioni del settore turistico.

Si comunica agli enti convenzionati con InEuropa che riceveranno maggiori informazioni sul bando con la Scheda Informativa da noi elaborata.