CERV: a breve aperti due nuovi bandi su cittadinanza attiva e diritti fondamentali

576

Saranno lanciati a breve due nuovi bandi nell’ambito del programma Citizens, Equality, Rights and Values (CERV) a tema cittadinanza attiva e diritti fondamentali.

I bandi annunciati sul Funding&Tender Opportunities Portal sono i seguenti:

Call for proposals on citizens’ engagement and participation (CERV-2022-CITIZENS-CIV)

L’obiettivo del bando è promuovere la partecipazione dei cittadini e delle associazioni rappresentative alla vita democratica e civica dell’Unione, attraverso lo scambio di opinioni su vari temi riguardanti l’UE.

Verranno sostenuti progetti promossi da partenariati e reti transnazionali che coinvolgano direttamente i cittadini di diversa provenienza in iniziative di promozione della democrazia, dell’inclusione e della partecipazione democratica nell’UE. Saranno per esempio finanziate attività come dibattiti, conferenze, seminari, campagne, workshop, atti a incrementare gli scambi tra i cittadini dell’UE su argomenti legati all’UE.

Possono fare domanda di finanziamento organizzazioni senza scopo di lucro (es. organizzazioni della società civile, istituzioni educative, culturali o di ricerca) stabilite in uno dei Paesi membri dell’UE, in uno dei paesi del SEE, o nei paesi associati al programma CERV. La proposta deve essere presentata da un consorzio di minimo tre entità provenienti da tre diversi paesi ammissibili.

Il budget previsto è di 17.471.95 euro e la scadenza per presentare le proposte è il 10 Febbraio 2022.

Promote capacity building and awareness on the EU Charter of Fundamental Rights and activities on strategic litigation relating to democracy, the rule of law and fundamental rights breaches (CERV-2022-CHAR-LITI)

L’obiettivo del bando è promuovere il capacity building e la consapevolezza sulla Carta dei diritti fondamentali dell’UE (la Carta) e le attività su controversie strategiche relative alla democrazia, allo stato di diritto e alle violazioni dei diritti fondamentali.

Verranno finanziati progetti delle organizzazioni della società civile attive a livello locale, regionale, nazionale e transnazionale nella promozione e nella coltivazione dei diritti, che affrontino una (o entrambe) delle seguenti priorità politiche per il 2022:

  • Sviluppo delle capacità e sensibilizzazione sulla Carta dei diritti fondamentali dell’UE: contribuire all’applicazione della Carta e promuovere una cultura dei diritti fondamentali negli Stati membri;
  • Attività sul contenzioso strategico: (i) rafforzare la conoscenza e la capacità degli operatori, dei professionisti del diritto, delle organizzazioni della società civile e degli organismi indipendenti per i diritti umani di impegnarsi nelle pratiche di contenzioso a livello nazionale ed europeo; e (ii) migliorare l’accesso alla giustizia e l’applicazione dei diritti previsti dal diritto dell’UE attraverso la formazione, la condivisione delle conoscenze e lo scambio di buone pratiche.

Il budget previsto è di 2.000.000 euro e la scadenza è il 24 Febbraio 2022. Maggiori informazioni sulla procedura si avranno in seguito alla pubblicazione del testo integrale del bando.