Mese europeo della diversità 2022: la Commissione annuncia i vincitori dei primi premi “Capitali dell’inclusione e della diversità”

684

La Commissione europea ha annunciato i vincitori della prima edizione del premio “Capitali europee dell’inclusione e della diversità”, che mira a mettere in evidenza le città e le regioni dell’UE che danno l’esempio nelle politiche di inclusione. I vincitori, sparsi in cinque Stati membri – Croazia, Germania, Romania, Spagna e Svezia – sono stati riconosciuti per il loro lavoro nel costruire società più giuste promuovendo la diversità e l’inclusione in termini di sesso, razza e origine etnica, religione e convinzioni, disabilità, età, diritti LGBTIQ e integrazione dei Rom.

Colonia, in Germania, è la vincitrice dell’oro nella categoria “autorità locali sopra i 50.000 abitanti” per la sua strategia per migliorare la diversità e l’inclusione, seguita da Göteborg, Svezia (argento) e Barcellona, Spagna (bronzo). La croata Koprivnica è la vincitrice dell’oro per le “autorità locali con meno di 50.000 abitanti” per la sua strategia di sostegno alle persone con disabilità, seguita da Ingelheim am Rhein, Germania (argento) e Antequera, Spagna (bronzo). L’Andalusia, Spagna, è la vincitrice dell’oro della terza categoria, specifica per i Rom, per il suo piano globale di inclusione della comunità Rom, seguita da Göteborg, Svezia (argento) e Grădinari, Romania (bronzo).

I vincitori dei premi di quest’anno sono stati annunciati durante una cerimonia online tenutasi il 28 aprile, che segna il lancio del Mese europeo della diversità 2022. Quest’anno l’attenzione si concentrerà sulla tematica del “Costruire ponti“. L’obbiettivo è quello di incoraggiare le organizzazioni a costruire partenariati con ONG, istituzioni governative, altre aziende, città o società civile per lavorare insieme sui temi della diversità.

Il Mese europeo della diversità si è tenuto per la prima volta nel maggio 2020. Esso celebra gli sforzi delle organizzazioni per contribuire a costruire ambienti uguali e inclusivi a beneficio di tutti. L’iniziativa fa parte dell’impegno della Commissione europea per combattere la discriminazione e promuovere luoghi di lavoro diversi e inclusivi.

L’UE sta finanziando iniziative per promuovere la diversità e l’inclusione e combattere le disuguaglianze e la discriminazione, anche tra i Rom. Con 1,55 miliardi di euro nel periodo 2021-2027, il programma Cittadini, uguaglianza, diritti e valori (CERV) è il più grande fondo UE mai esistito per promuovere i diritti e i valori nell’UE.