Unione Europea: la Commissione propone il bilancio per il 2023

299

La Commissione ha proposto un bilancio annuale dell’UE di 185,6 miliardi di euro per il 2023, che sarà integrato da 113,9 miliardi di euro di sovvenzioni nell’ambito della NextGenerationEU.

La priorità della Commissione continuerà a essere rivolta agli investimenti verdi e digitali, affrontando al tempo stesso le esigenze pressanti derivanti dalle crisi recenti (Covid-19; invasione dell’Ucraina da parte della Russia).

Il bilancio riflette le priorità politiche dell’UE, fondamentali per garantire una ripresa sostenibile e rafforzare la resilienza dell’Europa. A tal fine, la Commissione propone di stanziare:

  • 103,5 miliardi di euro in sovvenzioni da parte di NextGenerationEU nell’ambito del Recovery and Resilience Facility (RRF)
  • 53,6 miliardi di euro per la Politica agricola comune
  • 1,1 miliardi di euro per il Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l’acquacoltura
  • 46,1 miliardi di euro per lo sviluppo e la coesione regionale
  • 14,3 miliardi di euro per sostenere i nostri partner e interessi nel mondo
  • 13,6 miliardi di euro per la ricerca e l’innovazione
  • 4,8 miliardi di euro per gli investimenti strategici europei
  • 4,8 miliardi di euro per le persone, la coesione sociale e i valori
  • 2,3 miliardi di euro per l’ambiente e l’azione per il clima
  • 2,2 miliardi di euro per la spesa dedicata allo spazio
  • 2,1 miliardi di euro per la protezione delle frontiere
  • 1,6 miliardi di euro per le spese relative alla migrazione
  • 1,2 miliardi di euro per affrontare le sfide della difesa
  • 927 milioni di euro per garantire il buon funzionamento del mercato unico
  • 732 milioni di euro per garantire una risposta sanitaria completa alle esigenze dei cittadini
  • 147 milioni di euro per il Meccanismo unionale di protezione civile
  • 689 milioni di euro per la sicurezza
  • 138 milioni di euro per connessioni satellitari sicure

 

Il progetto di bilancio per il 2023 fa parte del bilancio a lungo termine dell’Unione adottato dai capi di Stato e di governo alla fine del 2020 e, compresi i successivi adeguamenti tecnici, cerca di trasformare le sue priorità in risultati annuali concreti.

Una parte significativa dei fondi sarà quindi dedicata alla lotta al cambiamento climatico, in linea con l’obiettivo di spendere il 30% del bilancio a lungo termine e dello strumento di recupero NextGenerationEU per questa priorità politica.

Per maggiori informazioni sul bilancio UE vai qui.