ACQUE REFLUE E CITTA’

1314

Entro il 2030 la richiesta globale di acqua aumenterà del 50%.

L’aumento riguarderà soprattutto le città, che saranno costrette a dotarsi di nuovi metodi di raccolta e gestione delle acqua reflue. Il riutilizzo sostenibile delle acque reflue, potrà costituire un punto di forza per affrontare sfide quali l’aumento della produzione alimentare e dello sviluppo industriale.

Soprattutto nelle città dei PVS accade spesso che industrie e grandi strutture, come alberghi ed ospedali, scarichino i loro rifiuti direttamente nel sistema delle acque reflue. Ma anche nelle città in cui le acque reflue sono monitorate e trattate, può accadere che il trattamento delle acque non sia sufficiente ad ostacolare la proliferazione di alcuni batteri inquinanti, mettendo a rischio la vita delle persone e dell’intero ecosistema.

Dal 1977 a S.Peterburg in Florida, è stato predisposto un sistema di distribuzione a doppia erogazione. Si tratta di una rete parallela di tubi, separata da quella di acqua potabile, a disposizione degli impianti industriali e delle grandi strutture, consentendo loro di riutilizzare l’acqua reciclata per l’irrigazione, la lavanderia, macchinari, piscine, etc.