Interreg Alpine Space: nuovo bando per i progetti di piccola scala

166

È stata pubblicata una nuova call nell’ambito del programma di cooperazione transnazionale Interreg Alpine Space 2021-2027 per mettere in pratica idee innovative sui temi della resilienza climatica, della neutralità del carbonio e della governance, in linea con il Green Deal europeo, l’Agenda territoriale 2030 e la strategia dell’UE per la regione alpina (EUSALP).

È possibile presentare proposte di progetti di piccola scala che possano far incrementare la crescita economica sostenibile e il benessere sociale della regione alpina; in particolare le priorità e gli obiettivi del bando sono:

  1. per rendere la regione alpina verde e resiliente al clima, si supportano azioni di adattamento al cambiamento climatico e di conservazione della natura e della sua biodiversità;
  2. le attività per una regione alpina carbon neutral e sensibile alle risorse si concentreranno sul rafforzamento dell’efficienza energeticae sulla riduzione delle emissioni di gas serra attraverso la transizione verde e lo sviluppo di un’economia circolare e sostenibile;
  3. l’innovazione e la digitalizzazione a sostegno di una regione alpina verde porteranno a un rafforzamento del campo della ricerca grazie alla diffusione della digitalizzazione che ha un forte impatto sulla vita di cittadini, imprese, enti di ricerca e autorità pubbliche;
  4. per sviluppare una regione alpina gestita in modo cooperativo sarà necessario consolidare la capacità istituzionale e la governance delle autorità pubblicheper rafforzare strategie macroregionali, territoriali e locali.

Per realizzare le finalità, le proposte dovranno intercettare nuovi destinatari attraverso i progetti classici già terminati o ancora in corso. Sono possibili due tipologie di progetti, che dovranno sviluppare soluzioni pionieristiche e sperimentali su base tematica o territoriale:

  • progetti “roll-out” dovranno stimolare l’utilizzo di soluzioni di cooperazione già disponibili all’interno del territorio per favorire l’impatto dei risultati dei progetti a livello locale e regionale;
  • progetti “set the scene” sono più innovativi e rivoluzionari, potranno usufruire di attività esplorative per incentivare azioni nell’ambito della cooperazione transnazionale.

È possibile costituire consorzi che comprendano e da 3 6 partner stanziati in almeno 3 paesi diversi e la durata dei progetti va dai 12 ai 18 mesi.

Possono candidare proposte i seguenti soggetti stanziati in una delle seguenti regioni italiane: Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano, Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria:

  1. autorità pubbliche,
  2. istituti di istruzione superiore,
  3. imprese,
  4. organizzazioni di sostegno alle imprese,
  5. ONGe associazioni private dotate di personalità giuridica,
  6. organismi di diritto pubblicoe le loro associazioni.

È possibile ricevere un finanziamento da 250.000 € a 750.000 €; le proposte devono essere presentate fino al 16 dicembre 2022.

Per conoscere i dettagli collegati al sito ufficiale del programma.