CERV: nuovo bando per promuovere l’applicazione della Carta dei Diritti Fondamentali dell’UE

508

La Commissione Europea, nell’ambito del programma CERV, ha pubblicato il nuovo bando CHAR-LITI, che promuove proposte volte a potenziare l’applicazione della Carta dei Diritti Fondamentali dell’UE.

Lo scopo del bando è quello di promuovere i diritti e i valori costruendo principalmente la capacità e la consapevolezza delle organizzazioni della società civile. I progetti possono essere nazionali o transnazionali (quest’ultimi sono particolarmente incoraggiati).

La call riguarda i seguenti topic che rappresentano cinque priorità del programma:

  1. Sviluppo delle capacità ed aumento della consapevolezza riguardo la Carta dei Diritti Fondamentali dell’UE
  2. Promozione dei diritti e dei valori attraverso il potenziamento dello spazio civico
  3. Contenzioso strategico
  4. Protezione dei valori e diritti dell’UE attraverso la lotta al hate crime ed al hate speech (crimini d’odio e discorsi d’odio)
  5. Sostenere un ambiente favorevole alla protezione dei whistleblowers (segnalatori di illeciti)

Il bando si rivolge a persone giuridiche stabilite negli Stati membri UE (incluso i Paesi e Territori d’Oltremare). Il proponente (o coordinatore) di progetto deve essere un ente privato non-profit. Organizzazioni a scopo di lucro possono presentare progetti solo in partnership con enti privati non-profit.

Il budget disponibile per il bando è di 16.000.000 di euro e il termine ultimo per inviare la propria candidatura è il 25 maggio 2023.

Puoi scoprire tutti i dettagli sul nuovo bando CERV collegandoti qui.